I TEN TALKING POINTS DOPO BRESCIA-SPEZIA E IN VISTA DEL DERBY

Brescia. Buonasera cari amici e Ben ritrovati a Ten Talking Points, la rubrica che non ha alcuna ansia da derby. Considerazioni sparse su queste giornate tese:

  1. Altro pareggio a reti inviolate per il Brescia. Questa volta l’avversario é stato lo Spezia, ma il copione della gara é stato molto simile a quello dello scorso sabato contro la Ternana: il Brescia ha sofferto, sbuffato, ha avuto le sue occasioni, ma ha anche rischiato di perdere la partita. Risultato giusto, dunque.
  2. Migliori in campo, come sempre, sono stati Dickmann e Bisoli, anima e cuore di questa squadra. Bisoli ha anche sfiorato il gol di testa, rete che avrebbe meritato per quanto fatto soprattutto in queste ultime giornate in cui la condizione fisica di tutta la squadra non è ottimale.
  3. Era da tanto che non sentivo un minuto di silenzio così sentito e partecipato come quello per commemorare la madre di Fabrizio Paghera. Da brividi. Una giornata che ha smosso emozioni. Bisoli che cede poi la fascia da capitano allo stesso Paghera è un gesto che entrerà nella storia di questa squadra. 
  4. É stato invece terribile da vedere il litigio a cui ho assistito nel mio settore: non ne ho compreso la causa scatenante, ma litigare tra tifosi della stessa squadra, giunti nello stesso posto per lo stesso scopo credo sia quanto di peggio si possa vedere in novanta minuti di partita, soprattutto in un momento storico in cui il popolo del Rigamonti – numericamente scarso, ma appassionato come pochi in Italia – sta accogliendo tra le sue fila anche donne, bambini e anziani. 
  5. La corsa ai playoff, nel suo essere una gara a “ciapa no“ è estremamente appassionante. La strategia dei “punticini“ adottata dal Brescia per ora sta pagando, ma continuerà a farlo solo se non arriveranno sconfitte. Basterà infatti un inciampo per rimettere tutto in gioco e un San Nicola pieno per provare a trascinare il Bari alla salvezza mi fa un po’ paura. Il Brescia sarà anche arbitro della lotta salvezza, dovendo affrontare sia i pugliesi sia la Feralpi. Un ruolo tutto sommato divertente, dopo lo scorso anno, da vivere da spettatori. 
  6. La rosa è corta, troppo corta, e se pensiamo che a questa rosa l’anno prossimo potrebbero mancare Van de Looi, Huard e Jallow (anche lui non ha ancora rinnovato) dei piccoli brividi sono la reazione più scontata. Tra l’altro Van de Looi sta mettendo assieme delle ottime prestazioni in questi ultimi mesi in maglia Brescia. Su di lui sono davvero troppi i pregiudizi: quando gioca bene sono in pochissimi a farlo notare. 
  7. Il derby – o non derby, non vorrei tornare sull’affannoso dibattito del girone d’andata – contro la Feralpi sono certo che sarà una gara piacevole. I salodiani segnano infatti parecchio, anche più del Brescia, ma subiscono troppo. La retrocessione del Lecco tutto sommato invece è la giusta conclusione per un campionato partito male fin dall’inizio: si dice sempre che la serie B è imprevedibile, ma alla fine le due squadre partite peggio in questa stagione sono ultima e penultima. 
  8. Credo che sia Besaggio sia Jallow abbiano bisogno di riposo. Bertagnoli e Huard stanno giocando abbastanza bene, dunque darei spazio ad entrambi fin dall’inizio mercoledì. Peccato invece che Bjarnason abbia un’autonomia così limitata. 
  9. Bianchi, come facilmente prevedibile, si è dato un gran da fare ma davanti ha avuto ben poche chance per colpire. Visto che Moncini anche questa domenica ha lavorato a parte, penso partirà dalla panchina anche mercoledì ed è un grande peccato. 
  10. Non so se il Brescia riuscirà a fare sei punti con Feralpi e Lecco. A logica dovrebbe farli, ma non sono certo succederà perchè la logica non scende in campo. Nel caso dovesse farli, non sarebbe così remota la chance di superare il Palermo che, nonostante abbia esonerato l’allenatore a furor di popolo, si ritrova nella stessa situazione di quando in panchina aveva Eugenio Corini. Quando parte la caccia alle streghe io sto con la strega e dunque quando un esonero – malcostume tipicamente italiano – non sortisce effetti non posso che esserne felice. Smetterò di esserlo quando sarà possibile esonerare anche i giocatori. 

Un saluto a tutti i lettori di Bresciaingol.com