MARAN: “IL NOSTRO PRIMO PENSIERO E’ PER PAGHERA, SI E’ MESSO A DISPOSIZIONE, CI PARLERO’ E VALUTEREMO. MONCINI? CONTRATTEMPO CHE NON CI VOLEVA, DOBBIAMO MONITORARLO BENE… SPEZIA ARRABBIATO PER TORTI ARBITRALI? SI SONO MOSSI IN TANTI, PURE IL SINDACO…”

L’allenatore del Brescia prima del match con i liguri: “Verranno a giocarsela, anche se la fotografia da qui a fine stagione sono i sei 0-0 dell’ultimo turno, tutti concedono poco”

Torbole Casaglia. Rolando Maran per una volta chiede di partire lui, in attesa delle domande dei giornalisti. 

“Se non vi dispiace, stavolta parto io. La prima cosa che voglio dire è un pensiero per Fabrizio e la sua famiglia. Ci teniamo a farlo tutti, come squadra. A lui va il nostro abbraccio di vicinanza, in certi momenti bisogna avere come priorità altre cose. E’ un ragazzo che merita tanto. Ci raggiungerà in ritiro stasera, lui si è messo a disposizione, non avevo dubbi, ci parlerò e vedremo il da farsi per la partita”. 

Facciamo la conta per domani: chi c’è e chi no?

“Siamo gli stessi della scorsa volta con, a parte la vicenda di Fabrizio, il contrattempo di Moncini. Verrà con noi, lo verificheremo bene con un provino domattina, ma bisogna monitorarlo bene prima di decidere se schierarlo oppure no”. 

E’ la partita in cui più di tutte le altre deve uscire lo spirito di gruppo, visti i problemi dell’ultima ora?

“Questo spirito di gruppo l’abbiamo sempre tirato fuori, stavolta si deve acuire per quanto ci è successo. L’abbiamo comunque nel dna. Solo ooche volte siamo riusciti ad esprimerlo”. 

Affrontate una squadra che segna meno di tutti, con un allenatore che sporca le partite… Vi aspettate uno Spezia che verrà a giocare sotto palla?

“Mi sembra strano vedere lo Spezia in quella posizione: ha un buon allenatore, una buona rosa, affrontiamo una squadra con caratteristiche simili a quello che è il campionato in questo momento dove tutti concedono poco, ma credo verranno a giocarsi la partita. Hanno bisogno di punti, come ne abbiamo bisogno noi”. 

Serve più pubblico del solito al Rigamonti?

“Chi viene ci dà una grossa, ma in un momento così è ovvio che ci si aspetterebbe una risposta numerica un po’ più importante. Questi ragazzi stanno buttando il cuore oltre l’ostacolo, noi cerchiamo di partire sempre forte proprio per trascinare il pubblico che viene allo stadio”. 

E’ uno Spezia che ha alzato la voce convinto di aver subito dei torti. E’ intervenuto persino il sindaco… Può essere condizionante per domani?

“Può esserlo, ma abbiamo la fortuna di avere un arbitro bravo ed esperto e quindi non corriamo questo rischio. E’ intervenuto anche il sindaco, sì… Bah, si sono mossi in tanti. Anche noi abbiamo subito episodi eclatanti contro, ma non abbiamo mai protestato platealmente”. 

Nell’ultimo turno di serie B ci sono stati sei 0-0, te li aspettavi?

“Direi una bugia se dicessi di sì, ma la classifica è importante per tutti ed escono risultati così, anche se tutti hanno provato a superarsi. E’ la fotografia di quelle che saranno tutte le partite da qui alla fine”.