QUI SPEZIA, IL SINDACO ALZA LA TENSIONE IN VISTA DEL MATCH DI BRESCIA: “CON LA SAMPDORIA LA NOSTRA SQUADRA HA SUBITO UN TRIPLICE FURTO. ORA L’AIA CI TUTELI”

La Spezia. Clima incandescente allo Spezia, che sabato arriverà al Rigamonti alla disperata caccia di punti salvezza. E’ ancora grande la rabbia per quanto accaduto nel derby con la Sampdoria e ha preso parola anche il sindaco della città spezzina, Pierluigi Peracchini, scrivendo sui social:

”Lo Spezia Calcio ha subito dalla terna arbitrale un triplice furto. È inaccettabile annullare un gol regolare, non dare due rigori di cui uno impossibile da non concedere in una partita che per la nostra squadra poteva valere la salvezza in questo campionato. Lo Spezia calcio avrà le sue modalità di difendersi, ma i suoi tifosi devono essere tutelati perché sono un patrimonio di tutto il mondo del calcio, la storia dei nostri tifosi è fatta di valori e di generazioni che va ben oltre il secolo di storia, hanno visto soffrire e gioire per lo scudetto del ’44, per promozioni retrocessioni, sino al coronamento del sogno della promozione in serie A All’Aia va il mio appello per tutelare la dignità e il rispetto a tutti i nostri tifosi e alla nostra squadra. Non è giusto che errori (ammesso che siano errori) come quelli di oggi umilino tifosi e una citta e provincia che hanno solo il difetto di non avere santi in paradiso. Le ultime quattro partite saranno fondamentali per la salvezza e speriamo che solo i valori in campo decideranno la classifica finale”.

Questo mercoledì si conoscerà l’arbitro di Brescia-Spezia, ma dopo queste parole la pressione sul direttore di gara è già alta.