VECCHI CHIEDE UNA BUONAUSCITA ALLA FERALPISALO’, CELLINO FA SALTARE TUTTO, ORA IN POLE C’E’ LUCARELLI

Torbole Casaglia. Stefano Vecchi ha trovato l’accordo sulla parola con il presidente Giuseppe Pasini e in giornata si libererà dal contratto che lo lega alla Feralpisalò fino al 30 giugno 2025 per poi firmare con il Brescia.

Domani Vecchi sosterrà il primo allenamento alla guida delle Rondinelle e domenica sarà in panchina nel match contro la Cremonese. L’allenamento di questo venerdi a Torbole Casaglia sarà tenuto da Luca Belingheri, allenatore della Primavera.

Vecchi firmerà fino al 30 giugno 2025, il Brescia rileverà quindi il contratto che il tecnico di Mapello (rimasto ad abitare a Salò) aveva con i lacustri a 150.000 euro netti a stagione.

Con Vecchi, oltre al collaboratore Giordano Paganotto, non arriverà il vice allenatore Giovanni Barbugian, che la Feralpisalò non è intenzionata a liberare. Il Brescia punta quindi su Omar Danesi, bresciano di Ospitaletto, già vice di Stramaccioni nelle esperienze in Oriente. Cellino è ora alla ricerca di un nuovo preparatore atletico visto che Cellino ha esonerato anche Salvatore Sciuto. Il sostituto dovrebbe essere Alessandro Ciullini, che il diesse Renzo Castagnini aveva già incontrato nei giorni scorsi in Toscana. Il fiorentino Ciullini, 59 anni, ha lavorato con Gregucci, Zenga, Panucci in numerose squadre: Salernitana, Lecce, Livorno, Sassuolo, Ternanana, Atalanta, nazionale albanese; nelle ultime due stagioni è stato in C con Viterbese e San Donato Tavarnelle.

(Alessandro Ciullini, probabile nuovo preparatore atletico del Brescia)

Vecchi e Cellino si sono sentiti ieri in tarda serata e si sono confrontati. Il presidente gli ha fatto i complimenti per il primo tempo nel derby quando la Feralpisalò diede una lezione di calcio al Brescia. Il nuovo allenatore dovrebbe ripartire dal modulo 4-3-1-2, che già utilizzava alla Feralpisalò dove per altro ha giocato anche con il 3-5-2. Una novità potrebbe essere Papetti terzino, a destra o sinistra è da vedere, come per altro già accadde alla prima giornata con il Cosenza.

Fin dal primo contatto, Vecchi si è detto entusiasta di poter allenare il Brescia. Altri allenatori contattati (D’Angelo in primis) avevano chiesto, oltre a un ingaggio superiore ai 300 mila euro netti, anche di poter arrivare solo durante la sosta. Vecchi invece morde il freno per poter essere già in panchina con la Cremonese.

(Foto di Stefano Vecchi tratta dalla pagina Facebook della Feralpisalò)