28 ANNI SENZA EDOARDO BORTOLOTTI, SEMPRE NEL CUORE

Gavardo. Il tempo passa, gli anni scorrono veloci come le acque nel torrente, ma il ricordo non si spegne.

Ventotto anni fa ci lasciava Edoardo Bortolotti a soli 25 anni. Rondinella, bresciano, un esterno a tutta fascia di quantità e qualità, ragazzo sensibile, troppo in un mondo che non lascia scampo a chi non riesce a omologarsi al cinismo, al furberie, ai sorrisi di circostanza, alle frequentazioni per convenienza. Sessantuno presenze con la maglia del Brescia (4 in Under 21), un contratto già pronto con la Roma stracciato perchè il destino aveva deciso per lui un’altra storia. Una storia triste, una storia sbagliata. Mai la soddisfazione di poter segnare un gol con la maglia del suo Brescia, ma uno l’ha comunque realizzato ed è quello più importante: essere rimasto nel cuore e nei ricordi di chi non dimentica quello sguardo malinconico eppure profondo, di chi doveva fare i conti con un tormento interiore, ma che possedeva anche un cuore grande. Che non tutti possono dire di avere.

Ciao Edo. Corri ancora per noi, cavallo solitario.