CANTONI (ASS. SPORT) IN ESCLUSIVA: “INOPPORTUNO CHE IL COMUNE DI BRESCIA INTERVENGA IN UN CONTENZIOSO TRA UNA SOCIETÀ SPORTIVA E ORGANI FEDERALI E DI STATO. LAVOREREMO PER ATTENUARE LA TENSIONE TRA TIFOSI E SOCIETÀ, MA SERVE UNA SQUADRA AMBIZIOSA”

A poche ore dalla sentenza che può riportare il Brescia in serie B, si esprime Palazzo Loggia: “Ci affidiamo a chi deve decidere, certi che farà la scelta migliore. Anche se le Rondinelle hanno perso sul campo, meritano la riammissione. Poi bisognerà tornare ad essere tutti uniti per toglierci delle belle soddisfazioni”

Brescia. Si avvicina la sentenza del Consiglio di Stato con il Brescia spettatore interessato: un’ altra bocciatura della Reggina sarebbe definitiva e riporterebbe le Rondinelle in serie B.

Contattato dalla redazione di Bresciaingol.com, l’assessore allo sport del Comune di Brescia Alessandro Cantoni risponde alle critiche di chi non accetta che la parte politica della città non si sia fatta sentire in questa vicenda, al contrario di quanto hanno fatto a Reggio Calabria: “Riteniamo inopportuno che gli amministratori comunali vadano ad inserirsi in un contenzioso tra Consiglio di Stato, Federazione e una società sportiva. Gli altri facciano quello che ritengono più opportuno e utile, il Comune di Brescia si affida a chi dovrà decidere sapendo che verranno analizzati i fatti con tutti i crismi del caso. L’auspicio è ovviamente che il Brescia sia riammesso in B perchè se lo merita anche se ha perso sul campo. Sarò poi nostra premura far sì che possa esserci un dialogo con una società che deve onorare la città, con l’auspicio che faccia una squadra all’altezza del campionato che l’aspetta e che porti soddisfazione ad una piazza ambiziosa. Come amministratore della città – continua Cantoni – il mio lavoro sarà anche quello di cercare di attenuare la tensione che c’è tra i tifosi e la società. Auspico che si possa tornare tutti uniti per toglierci delle belle soddisfazioni”.

condividi news

ultime news