PAGELLE E GIUDIZI: LEZZERINI CON SCARSA LENA, MANGRAVITI E CISTANA IN RITARDO, VAN DE LOOI SI NASCONDE, BISOLI TRA GLI ULTIMI A MOLLARE

Tra gli ex Primavera si salva solo Nuamah, Olzer una delle poche note positive, Huard sufficiente, Bianchi no, Ndoj rovina tutto col solito nervosismo

Lezzerini 4

Tre gol subiti sono sempre difficili da digerire, anche se di calcio d’agosto si tratta. Sul secondo le sue responsabilità sono evidenti ed è francamente inaccettabile la scarsa lena con cui è rientrato in porta, dopo un’uscita ai venticinque metri di testa evitabile. Un consiglio: prima di fare le giocate difficili è meglio pensare a riprendere autostima facendo quelle semplici, perché altrimenti si rischiano solamente figuracce. E non può bastare solo la fiducia incondizionata presidenziale, tale da portare Daniele Gastaldello a non regalare neanche un minuto al suo secondo.

Muca 5

Nel primo tempo va in grande difficoltà. Viene puntato un paio di volte e in entrambe le situazioni viene saltato. Poco propositivo anche in zona offensiva. 

(dal 32 s.t. Maccherini 5.5

Neanche per lui i segnali sono positivi. Soffre la vivacità del neo entrato Mensah)

Cistana 5

Anche lui si perde in un pomeriggio difficile per tutta la squadra. Lascia ampi spazi che sia Monachello, sia Trimboli riescono a sfruttare. In giornate così dovrebbe esser lui a cercare di salvare il salvabile, ma non ci riesce.

Mangraviti 4.5

Vedi il compagno di reparto, con l’aggravante che sul terzo gol è lui a non chiudere sul giovane DeBenedetti. La sceneggiata a cinque minuti dalla fine, con un calcio di pura frustrazione ad un pallone che non era riuscito ad agganciare è uno dei sintomi della frustrazione maturata questo pomeriggio.

Huard 6

Alla prima stagionale, il francese è uno dei pochi sufficienti, salvato dal non essere rientrato in campo nel secondo tempo quando la barca è definitivamente affondata. La speranza è che abbia lasciato alle spalle i problemi fisici, perché le alternative in questo momento non paiono particolarmente affidabili.

(dal 1’ s.t Riviera 5

Anche lui combina poco, facendosi notare solo per l’ammonizione)

Van de Looi 5

Il centrocampista olandese riparte da dove aveva terminato l’anno scorso. Si vede poco, passaggi in verticale neanche l’ombra, qualche imprecisione in impostazione. 

Bisoli 5.5

L’unico che ci prova, sempre e comunque, da capitano. Ha un’occasione per riaprire la gara, ma è bravo e fortunato il centrale del Mantova ad intercettare la sua conclusione. 

Galazzi 6

Viene escluso anzitempo dall’incontro per una dolorosa ginocchiata. Nei quaranta minuti che gioca, da segnalare qualche spunto dei suoi. 

(dal 41’ p.t Fogliata 5

Neanche per lui il pomeriggio è dei migliori). 

Nuamah 6

Il migliore in campo. Pressa molto, riuscendo anche a recuperare un paio di palloni importanti (sfruttando l’uscita palla sempre rischiosa richiesta da Davide Possanzini) e combinando bene con Huard e Bisoli. 

(dal 1’ s.t Ndoj 5

Regala un po’ di vivacità in più all’attacco del Brescia. Però è inaccettabile la sceneggiata di cui si rende protagonista con Redaelli. In questo precampionato è sempre stato particolarmente nervoso, anche a Lumezzane infatti si era reso partecipe di un altro parapiglia. Non un buon segnale).

Bianchi 5.5

La sua prova non può essere sufficiente. Il saldo finale recita infatti un tiro fuori di poco e stop. Tuttavia sembra avere un po’ più di convinzione rispetto all’anno passato, nell’attesa che (forse) arrivi la tanto sospirata prima punta. 

Olzer 6

Una delle pochissime note positive, non solo di questa partita, ma di tutto il precampionato. Olzer c’è. Incrociando le dita affinché non si ripetano tutti gli infortuni che hanno contraddistinto fino ad ora la sua carriera. Prende una traversa che avrebbe meritato miglior sorte. 

L’ALLENATORE

Daniele Gastaldello 4

Figuraccia, dopo un precampionato tutto sommato discreto. Non fa nulla per invertire la rotta, limitandosi a rispettare i diktat che provengono dall’alto. 

L’ARBITRO

Zago di Conegliano Veneto 5.5

Certe sue non decisioni riescono a scaldare gli animi del pubblico e dei ventidue in campo, nonostante una giornata sin troppo calda dal punto di vista atmosferico. Non particolarmente reattivo nella gestione delle due risse avvenute oggi.