SALADINI: “LA REGGINA E’ UN CLUB FORTE E VIVO, EVITATO IL FALLIMENTO ORA CEDO SOLO A INTERLOCUTORI SERI. C’E’ CHI SPERA NELLE DISGRAZIE? NON E’ IL MIO MODO DI PENSARE”

Torna a parlare anche il proprietario della Reggina nella settimana in cui la Covisoc dovrà valutare i documenti prodotti dal club amaranto

Reggio Calabria. Riecco Felice Saladini. Mentre tutta Reggio Calabria è con il fiato sospeso, in attesa che si esprima la Covisoc (venerdi), torna a parlare il proprietario della Reggina Felice Saladini e lo fa dalle pagine del Corriere dello Sport.

“La Reggina è una squadra fantastica, soggetta a numerosi interessi anche politici come abbiamo visto in questi ultimi giorni. Ho evitato il fallimento e costruito un progetto a lungo termine, di ampio respiro. Voglio uscire di scena, ma solo se troverò interlocutori seri, che sia in grado di affermare le grandi capacità di questo club e per rispetto verso il grande affetto che c’è da parte dei tifosi. Quando ho acquistato la società un anno fa ho scoperto debiti ingenti, che in un primo tempo non ci erano stati prospettati. Avrei potuto ragionare solo col portafoglio e non con il cuore e quindi lasciar perdere invece ho accettato questa sfida”.

Saladini parla della ristrutturazione del debito: “Ho fatto quello che la legge mi consentiva. Abbiamo fatto tutto con grande rigore e il Tribunale ci ha dato ragione. Abbiamo rispettato i tempi di legge, solo che non combaciano con quelli sportivi. Balata non ha motivo di preoccuparsi, siamo un club sano. Poi che ci sia gente che spera nelle nostre disgrazie beh questo non è il mio modo di pensare”.

condividi news

ultime news