IL BRESCIA CALCIO: “ABBIAMO INVIATO AGLI ORGANI COMPETENTI SEGNALAZINI PER L’ISCRIZIONE AL PROSSIMO CAMPIONATO DI B”. POI AGGIUNGE: “INOLTRATA ALLA PROCURA FEDERALE NOTIZIA DI ILLECITO”. L’OBIETTIVO E’ FAR ESTROMETTERE LA REGGINA

Brescia. Giornata di comunicati ufficiali in casa Brescia. Ne sono comparsi due sul sito ufficiale, a distanza di tre ore e mezza uno dall’altro.

Questo il primo comunicato, delle 15.

“Brescia Calcio comunica che, in data odierna, ha provveduto ad inviare a Co.Vi.So.C. segnalazioni circa l’iscrizione al campionato 2023/2024. La stessa è stata inviata per conoscenza al CONI, alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, alla Lega di Serie B, al Ministero dello Sport e Giovani, al MEF e al Ministero di Giustizia”.

Tradotto dal burocratese significa che il Brescia calcio chiede l’iscrizione al prossimo campionato di serie B e allo stesso tempo segnala mancanza di requisiti da parte di altri club, in particolare la Reggina verso la quale c’è in atto una battaglia legale.

Alle 18.30 il secondo comunicato: “Brescia Calcio comunica di aver inoltrato alla Procura Federale presso la Federazione Italiana Giuoco Calcio e alla Procura Generale dello Sport presso il C.O.N.I. notizia di illecito e richiesta di esercizio del potere disciplinare ai sensi dell’art. 118 CGS F.I.G.C.”.

La Reggina non viene mai nominata, ma è ovvio che il soggetto in questione è proprio il club calabrese verso il quale Cellino sta combattendo una vera e propria battaglia legale per far sì che il Brescia venga riammesso in B.