BRESCIA, NON C’E’ PIU’ TEMPO DA PERDERE

A undici giornata dalla fine del campionato, dopo aver conquistato il primo punto del 2023, impegno casalingo alle 15 con il Cagliari. La salvezza diretta dista 4 punti, la vittoria manca da 97 giorni e il gol da 612 minuti

Brescia. Ormai il nome dell’avversario non fa differenza. A 11 giornate dalla fine, il Brescia non può soffrire di timori reverenziali o complessi d’inferiorità. Alle 15 di questa domenica al Rigamonti arriva il Cagliari costruito per stravincere il campionato, ma per le Rondinelle non c’è più tempo da perdere. Il punto conquistato mercoledì a Cittadella, il primo del 2023 dopo sette sconfitte consecutive, deve essere la svolta. Ora o mai più.

Gastaldello continua a dirsi convinto che la squadra sta per far vedere quello di cui è davvero capace. Ci sono però prima di tutto due muri altissimi da abbattere: il digiuno da gol giunto ormai a 612′ e l’assenza di vittorie che dura da 97 giorni (27 novembre, 2-0 alla Spal). La salvezza diretta dista quattro punti e se finisse oggi il campionato, i biancoazzurri non farebbero nemmeno i play out: retrocessione diretta. E’ chiaro che per crederci ancora serve un cambio passo e dopo la sconfitta immeritata con il Bari, e il pari di Cittadella che poteva anche essere una vittoria, i tre punti in un sol colpo sono l’ossigeno indispensabile. Tra l’altro il Cagliari sta tutt’altro che dominando il campionato come doveva essere nei piani di Giulini, l’uomo che acquistò il club rossoblù nel 2014 da Massimo Cellino. I rossoblù sono solamente ottavi in classifica e in trasferta hanno vinto una sola volta, a Benevento a inizio stagione. Di più: oggi Ranieri, che ha solo leggermente migliorato il cammino di Liverani, deve rinunciare a pezzi da novanta come Pavoletti, Prelec, Rog e Viola. Provare a piazzare il colpaccio è un dovere.

Probabili formazioni. Gastaldello ha convocato 23 giocatori, lasciando a casa Coeff per scelta tecnica e Olzer infortunato. Formazione secretata, ma dalle risposte date in conferenza stampa pare quasi certo il rientro di Galazzi nell’undici, probabile una nuova esclusione di Ndoj dall’undici iniziale mentre in attacco oltre al solito ballottaggio Ayè-Bianchi stavolta preme anche Niemeijer.

BRESCIA (4-3-2-1) Andrenacci; Karacic, Cistana, Adorni, Huard; Bisoli, Van de Looi, Galazzi; Rodriguez, Niemeijer; Ayè (Bianchi).

Delle assenze cagliaritane abbiamo scritto. Ranieri potrebbe decidere di schierare il solo Lapadula in attacco, con Mancosu (in estate, a fine mercato, rifiutò la proposta di Cellino per tornare sull’isola) a supporto.

CAGLIARI (4-4-1-1) Radunovic; Zappa, Altare (Goldaniga), Dossena, Obert; Nandez, Makoumbou, Kourfalidis, Luvumbo (Azzi); Mancosu; Lapadula.

Un modulo che può diventare 4-2-3-1 con le scalate in avanti di Nandez e Luvumbo (o Azzi).

Vivetela con noi. Saremo in diretta video sulle pagine Facebook di Bresciaingol e di Cristiano Tognoli dalle 13.30. Su queste colonne dalle 15 la cronaca testuale e a seguire interviste, pagelle con giudizi, commento e foto del match.

condividi news

ultime news