DALLA NORD TIFO PER TUTTO IL MATCH, NEL MIRINO DELLA CONTESTAZIONE OLTRE A CELLINO ANCHE MICHELI E GASTALDELLO

Brescia. Erano in 4648 sugli spalti, con 870 baresi nello spicchi degli ospiti più altri sparsi in tribuna. Poco più di 3500 bresciani ci avevano creduto anche questa volta, imboccando la strada verso il Rigamonti. Ma è arrivata una nuova delusione, anche se la prestazione è stata meglio di altre volte. La Curva Nord ha tifato per tutto il match, lanciando solo un “tirate fuori i c…” in chiusura di primo tempo.

I tifosi del Bari al Rigamonti

La contestazione verso Massimo Cellino (che ha seguito il match da un box a bordo campo, più al coperto che nelle poltroncine all’aperto) è iniziata alla mezzora. Così come quella verso Gastaldello, reo di avallare le decisioni del presidente. Prima della gara è stato esposto invece uno striscione contro il direttore generale Luigi Micheli.

Lo striscione di contestazione a Luigi Micheli, direttore generale del Brescia