CELLINO PENSA A UN NUOVO RITORNO DI MARROCCU

Problemi anche nel settore giovanile che si ritrova “scoperto”

Brescia. Massimo Cellino sta pensando di richiamare ancora una volta Francesco Marroccu al Brescia. Il dirigente sardo al Verona è separato in casa (ormai fa tutto Sogliano) e ha tenuto la residenza a Brescia dove torna quasi tutte le sere e vive con la famiglia. Al Brescia calcio in sede è anarchia: il diesse Giorgio Perinetti è uscito dall’ospedale dopo una brutta polmonite, ma ha bisogno di riposo. Al campo, durante gli allenamenti, ormai l’unico dirigente presente è il segretario generale Andrea Mastropasqua. Oltre ad Edoardo Piovani, che ora deve dividersi nel doppio ruolo di team manager e addetto stampa, ruolo dal quale è stato di fatto allontanato Filippo Migheli che adesso cura solo i social. Il direttore generale Luigi Micheli tra non molto andrà in pensione mentre gli altri componenti del Cda, come sempre, si limitano ad avallare le scelte di Cellino. 

Nereo Omero Meloni

C’è inoltre anche un nuovo problema nel settore giovanile dove sia Nereo Omero Meloni che Paolo Migliorati, che da diverse settimane sono ai ferri corti tra di loro, si sono iscritti contemporaneamente al corso per responsabile del settore giovanile con obbligo di presenza a Coverciano e quindi nei primi quattro giorni della settimana è scoperto anche il comparto giovani con allenatori, giocatori e famiglie che non sanno a chi rivolgersi. E intanto ai campi di allenamento e durante le partite delle squadre giovanili sempre più dirigenti di altre squadre (Atalanta in primis) avvicinano i genitori dei più forti ragazzini che indossano il biancoazzurro per convincerli a cambiare società.

condividi news

ultime news