PERINETTI: “NON E’ CAMBIANDO CLOTET CHE POSSIAMO RISOLVERE I NOSTRI PROBLEMI”

In casa Brescia parla solo il direttore sportivo dopo la debacle di Pisa: “L’allenatore è lo stesso di quando abbiamo vinto cinque partite su sei. Tutti insieme vogliamo tornare a dare soddisfazione ai nostri tifosi”

Pisa. Tocca a Giorgio Perinetti parlare in casa Brescia. E il direttore sportivo, ovviamente mandato in sala stampa da Massimo Cellino, prende posizione difendendo l’operato di Clotet e la posizione del tecnico spagnolo.  

Come spiega la situazione in cui è il Brescia?

“Periodo lungo, delicato, difficile, dove non abbiamo fatto bene. Troviamo delle difficoltà che non ci consentono di reagire, abbiamo giocatori infortunati o che sono rientrati da poco. Certo prendere gol dopo 3’ non aiuta. Anche l’infortunio di Cistana non ha aiutato, questo ha aperto anche la strada a dei cartellini gialli che hanno portato all’espulsione. Abbiamo trovato una squadra fisica, forte, abbiamo cercato di tenere anche in 10 contro 11. Da un momento così si esce con il lavoro e la continuità. L’allenatore è lo stesso di quando avevamo vinto cinque partite su sei. In tanti club hanno già cambiato allenatore, non so se è la soluzione migliore nel nostro caso, secondo me no. Ora occorre che i giovani crescano e che gli anziani li aiutino”. 

Clotet ha ancora in mano la squadra? Accettabile l’atteggiamento della squadra di oggi?

“Con il Parma siamo stati più arrendevoli. Certo a perdere spesso non si è sereni. Senza Cistana perdiamo anche un difensore che ci aiuta in certe letture. Clotet secondo me ha in mano la squadra e tutti insieme possiamo andare avanti cercando di dare qualche gioia a tifosi già segnati da tante delusioni”.  

condividi news

ultime news