SCRITTE CONTRO CELLINO FUORI DAL RIGAMONTI (POI CANCELLATE). NON E’ OPERA DELLA TIFOSERIA ORGANIZZATA

Brescia. L’altro ieri il duro comunicato della Curva Nord, oggi le scritte fuori dallo stadio Rigamonti. Continua la contestazione da parte della tifoseria bresciana verso il presidente delle rondinelle Massimo Cellino.

Oggi, per la prima volta da quando l’imprenditore sardo è proprietario del club biancoazzuro, sono comparse anche le scritte che lo invitano ad andarsene. Il tutto non è stato rivendicato, da quello che abbiamo potuto ricostruire non si tratterebbe della tifoseria organizzata, piuttosto del gesto di qualche cane sciolto. Dopo che per anni si è vista al Rigamonti (e non solo) la scritta “Corioni vattene” ora ecco quella “Cellino vattene”. Sia su un muro fuori dal Rigamonti, sia sulle vetrate del negozio ufficiale del Brescia Calcio presente proprio allo stadio. Le scritte sono state poi cancellate come si può evincere bene da quella sul muro dove ora spicca una pennellata di vernice bianca.

Di seguito la sequenza delle foto prima e dopo le scritte contro Cellino.