HUARD: “PECCATO PER QUEL CONTROPIEDE, MA NON CONSIDERIAMOLI DUE PUNTI PERSI. DOPO SPEZIA C’ERA UN PO’ DI STANCHEZZA”

Il terzino del Brescia, autore di una buona gara: “Ho preferito uscire dopo aver sentito un indurimento del flessore. Abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti, anche con una squadra appena scesa dalla serie A”

Brescia. Matthieu Huard è stato tra i migliori in campo per il Brescia. Partita di spinta e recuperi, pur avendo a che fare con un cliente molto scomodo come Zampano.

Quanta amarezza c’è per quel gol in contropiede che vi ha rovinato la festa?

“E‘ stato un vero peccato aver preso gol in contropiede alla fine. Peccato perchè oggi abbiamo giocato bene. Non consideriamoli però due punti persi, abbiamo dimostrato che ce la possiamo giocare con tutti, anche con chi scende dalla serie A come il Venezia”. 

Hai dovuto uscire nel finale, cos’è successo?

“Sono crampi, ma ora sto bene. Ho potuto spingere, ero un po’ appesantito avendo giocato anche con lo Spezia, mi si è indurito il flessore e ho preferito uscire. Si è sentita un po’ di stanchezza accumulata nella partita di mercoledì. Ci è mancata però anche un po’ di fortuna perchè su una ripartenza così se avessimo fatto fallo l’azione era finita”.

Il tuo compito è più coprire o attaccare?

“Cerco di fare il massimo di quello che mi chiede il mister. Con lo Spezia mi ha chiesto di stare attento a non fare errori in difesa. All’Ajaccio spingevo tanto, ma la B francese non è come la B italiana. Sono arrivato qui che mi mancava un po’ di tattica, l’ho appresa anche da Corini che mi diceva: ”se difendi bene poi puoi anche andare perchè la gamba c’è”. Oggi il mister ha chiesto ai terzini di andare sui quinti, io ho cercato di chiudere su Zampano perchè sapevamo che il suo punto forte erano i cross”.

Quanto ti ha condizionato in questo inizio di stagione l’infortunio subito in ritiro? 

“Non penso troppo all’infortunio di Ronzone, sono stati momenti difficili, ma ora ho la testa solo alla prossima partita di Genova. Nel calcio purtroppo può succedere a tutti un infortunio così fastidioso, è toccato a me. Ora però sono più sereno”.

condividi news

ultime news