SAURINI: “IL BRESCIA PUO’ PENSARE ANCHE A QUALCOSINA IN PIU’ DELLA SALVEZZA. BIANCHI E’ FORTE, SENZA ESSERE IL NUOVO GANZ”

L’ex attaccante delle rondinelle analizza l’inizio scoppiettante delle rondinelle e del bomber ex Genoa: ”Che una punta come lui renda di più partendo dalla panchina però non mi trova d’accordo”

Brescia. Il Brescia a sorpresa in vetta alla classifica, l’esplosione di Flavio Bianchi che partendo dalla panchina ha già segnato tre gol. Sono temi che Bresciaingol.com ha deciso di analizzare con l’ex rondinella Giampaolo Saurini, attaccante che in biancoazzurro negli anni Novanta segnò 18 gol in 74 partite. 

Bastano 15 punti in 6 partite per far sì che questo Brescia possa pensare a qualcosa in più della semplice salvezza?

“E’ ancora un po’ presto per sbilanciarsi con i giudizi, ma avendo già fatto tutti questi punti ed essere a + 10 dalla zona play out, può far sì che la squadra di Clotet possa cominciare a pensare a qualcosina di diverso dalla salvezza, fermo restando che per ambire all’alta classifica non bisogna scordarsi che ci sono squadre con un organico dal valore superiore”. 

Che attaccante è Flavio Bianchi e fin dove può arrivare con la maglia del Brescia?

“Io lo conosco da parecchio tempo perchè lo affrontavo in Primavera quando lui giocava nel Genoa e io ero allenatore del Napoli. Mi piace molto come giocatore”. 

E’ vero che rende di più se entra a gara in corso?

“Io dico che per prima cosa i giovani bravi devono giocare. Sul fatto che un giocatore possa far meglio partendo dalla panchina però è una favola e non mi trova d’accordo: se uno è bravo, è bravo anche giocando dall’inizio”. 

C’è chi ha già paragonato Bianchi a Ganz. Lei nel campionato ‘91-92 fece coppia proprio con quest’ultimo nell’annata che vi vide, con Lucescu in panchina, raggiungere la serie A. Ci sono similitudini tra i due giocatori?

“No, non credo proprio. Bianchi è un brevilineo muscolare, esplosivo, che può ancora migliorarsi dando continuità alle sue prestazioni. Ai giovani bisogna anche perdonare un’altalena di rendimento, l’importante è che continuino a migliorare”. 

condividi news

ultime news