TESSER: “COMPATTI ED EQUILIBRATI, SENZA AVER PAURA DI GIOCARE. BRESCIA PERICOLOSO NELLE RIPARTENZE”

Alla vigilia della gara con le Rondinelle, l’allenatore del Modena suona la carica: “Vogliamo fare un regalo al nostro presidente che compie gli anni. Prestazione e risultato con il nostro spirito di squadra”

Modena. A Modena si avverte una carica supplementare rispetto al solito per la gara di domani. La squadra deve muovere una classifica che chiama già punti e i tifosi (attesi circa 8.000 spettatori sugli spalti, con quasi un migliaio di bresciani) sentono in modo particolare questo match. L’allenatore del Modena Attilio Tesser ha parlato alla vigilia.

Mister, che clima avverte nello spogliatoio?

“Dobbiamo pensare solo a concentrarci sui tre punti in palio, senza caricarla eccessivamente perchè è pur sempre una partita di calcio. Stiamo facendo meno di quanto era lecito aspettarci quantomeno a livello di punti. Siamo però ancora solo all’inizio e questa è una delle tante gare che ci aspettano. Muovere la classifica è sempre importanti”. 

E’ stato disturbato dall’equilibrio mancato nelle prime quattro partite?

“Prima di tutto voglio dire che oggi è il compleanno del nostro presidente e quindi vogliamo fargli un regalo. Le prime quattro partite fanno parte di un processo di crescita nel quale abbiamo bisogno di crederci sempre durante il match, stando compatto, soffrendo quando c’è da soffrire e andare a far male quando possiamo con le nostre ripartenze. L’equilibrio e la fiducia sono indispensabili, così come la voglia di aiutare il compagno”. 

Come ha trovato Marsura?

“Non è in una condizione ottimala. Ci dà la possibilità di giocare più in velocità. Ci tornerà utile in questo campionato e magari già anche durante la partita con il Brescia”. 

Su cosa avete lavorato in particolare questa settimana?

“Sul riuscire a tenere uniti i reparti. Dovendo giocare di pomeriggio dopo aver giocato di sera, e pensando che farà ancora caldo, abbiamo ripristinato l’allenamento doppio e quindi c’è stato ancora più lavoro anche sulla parte tattica”. 

Mancherà Pergreffi, Armellino come sta?

“Mancherà anche lui così come Gerli”. 

Azzi è stato vicino a lasciare il Modena durante il mercato, ora che è tutto finito ed è rimasto è pensabile rivederlo in campo dal primo minuto?

“Assolutamente si. Il giocatore è tranquillo, sereno, è un ragazzo meraviglioso, ha accarezzato il sogno di andare in serie A, ora il suo sogno è Modena”. 

State sentendo il sostegno dei tifosi?

“Sono eccezionali. Sono venuti in 200 sia a Cagliari che a Cosenza. Dobbiamo essere tutti uniti e noi non dobbiamo avere paura di giocare altrimenti diventa tutto deleterio. Possiamo giocare bene o meno bene, ma da un anno e mezzo abbiamo acquisito uno spirito di squadra. Abbiamo impiegato un po’ a consolidarlo, ma ora c’è e vogliamo portarlo avanti”. 

Che partita può uscire?

”In questi giorni sta facendo ancora un caldo impossibile, con un alto tasso di umidità, ma c’è per entrambi e dobbiamo abituarci a soffrire. Il Brescia è pericoloso nelle ripartenze: ha gamba e qualità. Prevedo un match aperto e intenso, senza grandi tatticismi”.

condividi news

ultime news