BRESCIA, IL TEST CON IL MANTOVA CHIUDE LA PRE-SEASON

Alle 18 a Torbole l’ultima amichevole (aggiornamenti in diretta su Bresciaingol), sabato prossimo sarà già Coppa Italia dove i tifosi chiedono il derby agli ottavi

Brescia. Pep Clotet aveva pianificato quest’ultima settimana volutamente con una partita ogni tre giorni, per arrivare con la giusta intensità al debutto di sabato prossimo in Coppa Italia. Dopo le sgambate con i Dilettanti (17-1 all’Alta Anaunia e 14-0 alla Settaurense), sabato scorso la Sampdoria (0-2), mercoledi il Lecco (5-1) e oggi alle 18 a Torbole Casaglia il Mantova. Un’altra squadra di serie C, senza grandi ambizioni se non un campionato tranquillo così come i lecchesi.

Collaudo finale. E’ l’ultimo giro di ricognizione, prima del Gran Premio che comincerà tra una settimana all’Arena Garibaldi-Romeo Anconetani con la gara secca di Coppa Italia, che agli ottavi (quindi nel caso bisognerà superare anche la vincente di Spezia-Como) regalerebbe il derby con l’Atalanta e i tifosi biancoazzurri hanno già fatto sapere al gruppo di volerla particolarmente quella partita in ricordando il 9-2 complessivo subito nell’ultimo, disgraziato anno di serie A. E una settimana dopo ancora sarà campionato con il Sud Tirol al Rigamonti.

Gerarchie. Oggi quindi non si scherza, ammesso e non concesso che con Clotet si sia visto finora qualcosa di morbido. Il tecnico catalano è un martello: esige rispetto verso il lavoro quotidiano, condivisione della fatica, ricerca del gioco. E’ un progetto ambizioso quello del suo calcio alla Bielsa: intensità, rapidità d’esecuzione, brillantezza dettata da un importante condizione fisica. Dopo aver ruotato tutta la rosa, cercando di bilanciare i minutaggi, oggi dovremmo vedere una formazione più o meno base. Se in porta Andrenacci si sta meritando i galloni da titolare (ma dovremmo vedere anche qualche minuto di Lezzerini al debutto), Karacic, Cistana e Adorni sono intoccabili. Per il ruolo di terzino sinistro, non essendo ancora disponibile Huard, Mangraviti è la carta più difensiva mentre Garofalo quella più offensiva. A centrocampo Bisoli-Van De Looi-Ndoj è il trio designato con Bertagnoli primo backup. Nel ruolo di trequartista Olzer è il “10” puro con Neimeijr alternativa, ma l’olandese sta dimostrando di meritare anche un posto da seconda punta al fianco di Moreo o Ayè (foto in evidenza). Ecco, questo è lo schieramento che al momento potremmo definire base.

L’avversaria. Nel Mantova -succursale del Verona di Setti che esulta, al pari di De Laurentiis sull’asse Napoli-Bari, dopo la decisione della Figc di lasciare fino alla stagione 2028-29 la possibilità della multiproprietà (un po’ meno felici i tifosi di Mantova e Bari perchè in caso di presenza dei club nella stessa lega ci sarà comunque l’obbligo di vendita, quindi chi glielo fa fare alla proprietà di investire sulla squadra meno nobile?) – in panchina troviamo Nicola Corrent, già centrocampista di Como, Siena, Ternana, Napoli, Salernitana e Verona tra A e B, prima ancora compagno di squadra e grande amico di Roberto De Zerbi nella Primavera del Milan. Tra i giocatori più conosciuti tra i virgiliani, che hanno iniziato la preparazione solo dodici giorni fa a Storo, l’attaccante Monachello (ex Atalanta, Pescara, Ascoli e Bruges) e il centrocampista Gerbaudo (scuola Juve).

Bresciaingol.com seguirà il match con aggiornamenti in tempo reale.

commenti

condividi news

ultime news