VAN DE LOOI: “PARTIAMO A FARI SPENTI, PUO’ ESSERE UN VANTAGGIO”

“Clotet ci chiede tanta intensità e giocate veloci. Quando ero in vacanza ho ripensato spesso con amarezza alle gare con Spal e Cittadella”

Ronzone. Tom Van de Looi, dopo un primo anno buono (soprattutto sotto la gestione Clotet) e una scorsa stagione non del tutto positiva, è chiamato all’annata della verità. Le qualità tecniche e il talento ci sono: ora è il momento di esplodere. 

Pep Clotet ti ha elogiato e noi ti stiamo vedendo molto più rapido, anche nelle giocate…

«Si, l’intensità è proprio ciò che il mister ci chiede e in queste due settimane lo abbiamo fatto. Quella di venerdì è stata una partita facile, anche se c’era un po’ di stanchezza nelle gambe dopo due settimane di lavoro: abbiamo fatto ciò che il mister ci ha chiesto»

Ti piace ciò che il mister ti chiede? 

«Certo, anche due anni fa con noi aveva fatto molto bene: c’era la paura di andare in C, poi ci siamo salvati e siamo andati anche ai playoff. Mi piacciono molto le sue idee»

Come sono andate queste due settimane di ritiro? 

«Bene, siamo un gruppo forte. Sicuramente le due settimane di ritiro sono solo una base, siamo all’inizio, dobbiamo migliorare ancora nella qualità». 

Quali idee nuove ha portato Clotet rispetto a due anni fa e quali invece sono rimaste le stesse? 

«Un paio di idee sono le stesse, come l’intensità e la voglia di attaccare; poi certo, il mister ha fatto un’esperienza alla Spal, quindi è migliorato anche lui, con nuove idee»

Tu e Olzer avete entrambi grande qualità…

«Si, Giacomo ha grandi qualità. L’anno scorso ha avuto dei problemi, ma si vede che è forte. Venerdì ha giocato anche Niemeijer trequartista, abbiamo provato il 4-3-2-1. Prima vediamo le idee del mister, poi chi gioca»

Come hai trovato Niemeijer, tuo connazionale e compagno di stanza in ritiro?

«Ci siamo trovati molto bene. Non lo conoscevo, fisicamente sta bene, ha fatto due gol. Logicamente deve poi abituarsi all’Italia, alla nuova lingua, ma sta andando bene»

Cosa ti ha lasciato la scorsa stagione? 

«Un po’ di delusione e amarezza, perché siamo stati vicini ad andare in serie A. Ora siamo concentrati per il prossimo anno, ma sicuramente in vacanza ho ripensato alle partite con Spal e Cittadella. Poi abbiamo perso con una squadra molto forte, il Monza, che giocherà in serie A»

Quest’anno può essere un vantaggio giocare a fari spenti? 

«Può essere. Quest’anno sarà una A2, vedremo. Noi penseremo solo a noi stessi»

Ci sono tutte le premesse per divertirsi con questo calcio di qualità…

«Certo! Cercheremo di giocare bene, con tanta intensità»

Domanda un po’ più leggera: abbiamo visto che sei andato in Costiera Amalfitana quest’anno. Ti son piaciuti quei posti? 

«Sì. Non li conoscevo. Sono qua in Italia da quasi due anni e ho visto tanti luoghi. Napoli, Capri e la Costiera mi sono piaciuti molto, è stata una bella vacanza».

commenti

condividi news

ultime news