CELLINO: “SONO ONESTO E LO DIMOSTRERO’. AVREI FATTO COMUNQUE QUESTO TIPO DI SQUADRA PERCHE’ E’ QUELLO CHE POSSO PERMETTERMI”

Il presidente del Brescia ha parlato durante un pausa dell’udienza dove è accusato di reati fiscali: “Nel prossimo campionato ci sono dieci presidenti più ricchi di me, faccio quello che posso. Il buon Dio dirà se abbiamo azzeccato i giocatori. Cistana via? Prima ci porti in serie A”

Brescia. Massimo Cellino si è presentato in aula al tribunale di Brescia e durante una pausa che si è preso, per fumarsi l’immancabile sigaretta, dell’udienza dove la pm Erica Battaglia chiede al Riesame il sequestro per 59 milioni di euro dell’imprenditore accusato di reati fiscali.

«Sono una persona onesta e sono qui per dimostrarlo. Non penso – dice il presidente del Brescia – ci sia un accanimento verso di me, ma non ho fatto ciò che mi attribuiscono. Squadra al risparmio per questa vicenda? No, l’avrei fatta comunque, questa è la squadra che posso permettermi. Nel prossimo campionato di B ci sono almeno dieci presidenti che possono spendere più di me. Io sono comunque una persona ricca, perché non devo soldi a nessuno e così anche il Brescia Calcio, che ha i conti a posto”.

Massimo Cellino durante una pausa dell’udienza in tribunale

Se in tribunale le cose dovessero andare male? “Arriverà un amministratore più bravo di me e vorrà dire che me ne andrò in vacanza (dice sorridendo, ndr), ma sono convinto che non succederà”. Cellino ha parlato anche di mercato: ”Cistana non abbiamo necessità di venderlo, ci faccia vedere quanto è forte e ci porti in serie A. La serie A non è comunque un nostro obiettivo, dobbiamo prima di tutto salvarci. Penso a due campionati fa, quando credevo di avere uno squadrone e abbiamo rischiato di retrocedere. Per fortuna che è arrivato Pep, brava persona e ottimo allenatore. Volete sapere perché non era rimasto? Perché aveva paura di deludermi e temeva che se avesse fallito avrebbe rotto la nostra amicizia. Sono sulle tracce di un terzino destro molto forte poi la squadra potrebbe anche essere completa. Il buon Dio dirà se abbiamo azzeccato i giocatori”. Non serve anche un cambio di Olzer? “In quel ruolo può giocare Niemeijer. Sono preoccupato per l’infortunio di Huard, siamo sfortunati con gli infortuni al polpaccio: ai playoff con il Monza è toccato a Cistana ora Huard, vorrà dire che valuteremo meglio Capoferri. Vedrete che in serie A ci andremo, ma quando sarà il momento giusto». 

condividi news

ultime news