TOH, CHI SI RIVEDE: ALESSANDRO DIAMANTI A BRESCIA

Ieri sera al laboratorio Lanzani in via Milano per lanciare il suo brand di abbigliamento e accessori. Presenti anche ex rondinelle ed ex calciatori

Brescia. Alessandro Diamanti a Brescia, undici anni dopo la non indimenticabile stagione da rondinella in serie A nella quale segnò 6 gol in 32 partite e non riuscì ad ad aiutare i biancoazzurri ad evitare la retrocessione. Il 39enne, che ancora gioca in Australia, ha da tempo aperto una linea di abbigliamento e accessori denominata “Poi bo…”, un brand ideato proprio nell’anno di Brescia quando sua moglie lo stimolava a pensare cosa avrebbe fatto dopo il calcio con la domanda “e poi cosa farai?” alla quale Alino rispondeva “poi bo”. Per contribuire a rendere popolare questo marchio, Diamanti sta organizzando serate-business in giro per l’Italia. Ieri sera è stata la volta di Brescia, al laboratorio Lanzani di via Milano. 

L’evento. Per partecipare all’evento si potevano acquistare i biglietti sul web dove Diamanti è diventato un soggetto cult capace di collezionare 217.000 followers con Instagram (il marchio “poi bo..” ne ha 25.000) tramite storie in pieno stile con il personaggio vulcanico che abbiamo conosciuto anche a Brescia. Al prezzo di 50 euro (più prevendita) le oltre 100 persone che si sono presentate da Lanzani avevano diritto a un drink più un assaggio di un cocktail che produce lo stesso Diamanti e a degli stuzzichini. Erano ovviamente in vendita i prodotti di “poi bo..”: felpe, occhiali, t-shirt, bermuda, braccialetti, cappellini con scritte che invitano al pensiero positivo verso la vita. 

Diamanti con Gianluca Nani: il diesse lo portò al Brescia dopo averlo avuto al West Ham

Volti noti. Per rendere più attraente la serata, Diamanti ha invitato ex compagni di squadra. Ecco quindi Caracciolo, Dallamano e Budel con lui al Brescia, ma anche l’ex diesse Nani e il team manager Piovani tuttora alle dipendenze di Cellino. Presenti anche altri ex calciatori noti: Galante (nella foto in evidenza con Diamanti), Peluso, Goldaniga. La gente è stata tenuta però in una zona separata dal “privè” da dove Diamanti usciva ogni tanto per fare foto e firmare autografi. Questa separazione, fatta rispettare da un rigorosissimo servizio d’ordine, ha creato un po’ di malcontento tra alcuni partecipanti l’evento che si aspettavano invece un open space visto anche il costo del ticket. E’ stata comunque una serata di ricordi, più o meno belli, anche in chiave biancoazzurra. 

Andrea Caracciolo alla serata-evento di Diamanti
Anche Alessandro Budel ha risposto presente
Lo storico team manager del Brescia Edoardo Piovani
Presenti tifosi con la maglia di Diamanti ai tempi di West Ham e Bologna. Nessuno si è invece presentato con la maglia del Brescia

commenti

condividi news

ultime news