PAGELLE E GIUDIZI: JORONEN IN RITARDO, ADORNI E MANGRAVITI SPROFONDANO.

Léris da trequartista proprio non convince. Tramoni illude con un gran gol, Bisoli finisce in lacrime

Joronen 5.5

Potrebbe uscire prima e meglio sul pareggio di Mancuso. Finale di stagione non propriamente all’altezza. E, con il contratto in scadenza, potrebbe aver giocato la sua ultima partita con la maglia del Brescia.  

Karacic 5.5

Non giocava titolare e per tutti i 90’ dal 9 marzo (2-1 a Cremona). Stessa storia, stesso risultato, ma stavolta con un po’ di alibi relativi al fatto che ha dovuto stringere i denti essendo l’unico sostituto naturale di Sabelli presente in rosa. 

Mangraviti 4.5

Sul gol dell’ 1-1 ha responsabilità evidenti, così come già all’andata, così come già nel play off dell’anno scorso con il Cittadella. 

Adorni 4.5

Non riesce a fare il Cistana come invece avrebbe dovuto, anche perchè in fin dei conti era stato preso proprio per questo a gennaio: recitare da leader in assenza del leader. Non accorcia sugli attacchi biancorossi e non solo in occasione dei due gol.

Bisoli cerca di caricare i compagni. Inutilmente

Huard 5.5 

Buon primo tempo dove sfiora anche il gol nel primo tempo, nella ripresa cala vistosamente buttando anche palloni in avanti a casaccio. 

(30’ st Pajac 5.5

Non sta benissimo e non riesce a dare una mano a riportare l’inerzia dalla parte delle rondinelle) 

Bisoli 6

Non c’era bisogno di vederlo piangere a fine partita per sapere quanto ci tenga a questa maglia. Richiama nel secondo tempo i compagni a una maggiore aggressività. E pensare che secondo Cellino la scorsa estate il ciclo di Dimitri a Brescia era ormai finito…

Van de Looi 6 

Un discreto primo tempo, ma non è l’uomo che fa la differenza. Come è stato per tutto il campionato. Nel suo ruolo una delle mancanze strutturali di stagione. 

(18’ st Jagiello 5.5

Stavolta non riesce ad accendere la luce)

Bertagnoli 5.5 

Se Tramoni gli avesse dato bene quella palla in contropiede… Impegna severamente Di Gregorio in diagonale. Discontinuo, ma non è da lui che ci si aspettavano le giocate vincente.

(30’ st Proia 5.5

Un’altra partita in cui dimostra di essere il grande boh stagionale). 

Lèris 5.5

Serata da vorrei, ma non posso. Anche se tiene vivo il pallone per il gol di Tramoni, non occorreva una controprova per sapere che quello di trequartista non è il suo ruolo, ma siccome non si può trasgredire dal modulo presidenziale qualcuno dietro le punte bisogna pur metterlo. 

(30’ st Bianchi 6

Ci prova subito con un tiro dal limite, smorzato in angolo). 

Moreo 5.5

Ha fatto anche fin troppo in questa stagione, ingiusto pretendere facesse il salvatore della patria anche nella partita della verità. 

Tramoni 7 (nella foto in evidenza)

Un gol, l’ottavo stagionale, che poteva pesare tantissimo. Così come, ahinoi, pesa tanto quel pallone dato male a Bertagnoli mentre poteva essere quello del ko.

(18’ st Palacio 5.5

Un cross per un colpo di testa sul quale Moreo e Proia sfiorano soltanto. Triste y solitario final di carriera?)

All. Corini 5.5 

Secondo tempo con poco coraggio. Non tanto per la tempistica dei cambi quanto per lo spirito della squadra. 

Eugenio Corini nell’infausta serata monzese

MONZA (3-5-2) Di Gregorio 6.5; Marrone 6.5, Caldirola 7, Pirola 6.5 (36’ st Antov 6); Molina 6.5, Ciurria 6 (24’ st D’Alessandro 7), Barberis 7, Mazzitelli 6 (12’ st Machin 6.5), Carlos Augusto 6.5 (36’ st Bettella 6); Dany Mota 6 (24’ st Mancuso 7), Gytkjaer 7. All. Stroppa 7 

Arbitro: Valeri 6

Se almeno il Brescia l’avesse messo in difficoltà costringendolo ad estrarre numerosi gialli. Macchè… Solo Huard ammonito. Sui gol, dove potevano esserci dei dubbi, il Var arriva bene in suo soccorso. 

condividi news

ultime news