STROPPA: ”ABBIAMO VINTO SOLO IL PRIMO TEMPO E DALLA MIA SQUADRA PRETENDO DI PIU’ ”

L’allenatore del Monza: “Successo di squadra, con una grande reazione. Non è scontato rimontare segnando due gol a una squadra fortissima come il Brescia. Mi spiace molto per Sabelli e Huard, ma sono state situazioni fortuite. Berlusconi è venuto negli spogliatoi nel pre-partita”

Brescia. Con il Brescia in silenzio stampa, tocca a Giovanni Stroppa parlare del match e rispondere anche a domande sulle rondinelle. Il tecnico del Monza tiene tutti sull’attenti: “E’ solo il primo tempo, dobbiamo aggiudicarci anche il secondo” dice il tecnico biancorosso pensando alla gara di domenica dove non vuole che i suoi giocatori pensino a gestire con la possibilità di andare in finale anche perdendo con un gol di scarto. 

Soddisfatto?

“Non era facile perche il Brescia è squadra fortissima che ti può mettere in difficoltà con il palleggio e in verticale con i suoi uomini davanti. All’inizio la mia squadra non m’è piaciuta nella gestione della palla, ma c’erano giocatori fuori da troppo tempo. Abbiamo dato coraggio al Brescia, ma il gol ci ha svegliato, c’e stata una reazione ed è stata importante. Pretendo però una qualità maggiore rispetto a quella di questa sera. Venire a Brescia a vincere è un bel segnale perchè poi alla fine conta il risultato. Domenica so già che ci sarà da soffrire e quindi dovremo essere  bravi a preparare la partita. Credo che non dormirò nemmeno stanotte (dice riferendosi a quanto detto alla vigilia quando aveva confessato di non chiudere occhio da giorni, ndr)”. 

I due infortuni subiti dal Brescia quanto hanno condizionato la gara?

“Capisco, ma anche noi abbiamo avuto tante emergenze e pure questa sera ho dovuto schierare una difesa praticamente tutta nuova. In emergenza a volte fai delle cose migliori, altre volte fai più fatica. Ho dovuto mettere Pirola che non giocava da tanto tempo perchè ho dovuto riproporre Carlos Augusto quinto di sinistra mancando o non avendo in condizione giocatori che potevano fare gli esterni di sinistra. 

E’ stata finalmente una prestazione di squadra? 

“A livello qualitativa pretendo di più sia a centrocampo che davanti, ma la reazione c’è stata. Abbiamo perso qualche palle di troppo a metà campo, D’Alessandro e Ciurria potevano essere più incisivi. Nei play off le energie nervose e la testa fanno la differenza. Andar sotto e fare due gol qua non è così scontato”.

E’ stata la giornata di Gytkiaer, che non di rado è finito nel mirino della critica… 

“Gytkiaer ha fatto bene, ma lo sapevo da tempo che su di lui posso contare, per una leadership che gli viene riconosciuta da tutto lo spogliatoio”.  

Va bene il rispetto, ma cosa temi onestamente del Brescia ridotto com’è per via degli infortuni che lo faranno giocare in emergenza? 

“La qualità che hanno davanti e in mezzo al campo. Sapete che seguo il Brescia sempre molto attentamente e quindi oltre alle doti atletiche conosco le qualità di giocatori che ti possono mettere in difficoltà da un momento all’altro. Nella gara di ritorno non dovremo concedergli nulla, stasera abbiamo concesso troppo nei primi 20’ e questo non esiste, non deve esistere”.

Pensi di recuperare qualcuno per domenica?

“Sicuramente Caldirola che rientra dalla squalifica, Mazzitelli l’ho portato in panchina, ma non era ancora pronto per giocare. Con tre giorni in più forse recuperiamo qualcuno, lo spero. E’ da inizio campionato che dobbiamo fare i conti con le assenze”. 

Da un tentativo di controllo della palla da parte di Palacio nella vostra area, in undici secondi siete arrivati davanti a Joronen con Dany Mota che si è procacciato il rigore. Saper ribaltare così il gioco è una vostra caratteristica?

“Abbiamo tante caratteristiche, una di queste è la capacita di andare in verticale come abbiamo fatto in quel caso, vorrei tenere di più la palla e non regalarla gratuitamente. All’inizio eravamo lunghi, con Moreo e Palacio che prendevano la profondità e ci andavamo via rapidi”.

Anche da bresciano acquisito, quanto ti è piaciuto giocare con questa atmosfera di fronte a oltre 13000 spettatori ?

“Bellissima. Questo è calcio. Finalmente. Ho fatto la serie A guardando la panchina avversaria, che era l’unico settore pieno. Portare anche a Monza 9000 spettatori è eccezionale, bello per tutti. Senti un rumore a cui non eri abituato”. 

Dopo due anni e mezzo anche Berlusconi è tornato a seguire un match in trasferta…

“Berlusconi è venuto prima della partita negli spogliatoi, il saluto alla squadra ci ha fatto molto piacere”.

Cosa vi ha detto?

“Questo se permettete lo teniamo per noi”

Il Brescia ha deciso di non parlare anche e soprattutto per via degli infortuni subiti da Huard e Sabelli, cosa ne pensi?

“Sono state situazioni fortuite. Spiace per i ragazzi che si sono fatti male, ma non c’è stato nulla di voluto”. 

commenti

condividi news

ultime news