CORINI: “RIBALTARE LA QUALIFICAZIONE IN POCHI MINUTI DI UN SUPPLEMENTARE DA’ GRANDE CARICA”

”Sul gol annullato al Perugia c’era un fallo in attacco, è palese. Pochi giorni per recuperare in vista del Monza, ma questi ragazzi hanno tante risorse. Pubblico fantastico, speriamo sia così anche mercoledì”

Brescia. Eugenio Corini fa un analisi onesta del match, non dimenticando di riconoscere i giusti meriti a un Perugia che ha saputo far soffrire le rondinelle.

Più sofferta o meritata questa qualificazione?

“Le due cose vanno di pari passo. Entrambe le squadre hanno giocato, cercato di fare gol, è stata proprio una bella sfida. Se siamo noi in semifinale è perchè siamo stati bravi a portare la partita dalla nostra. Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile, i dati dicono che sono la squadra più lunga del campionato, sanno ribaltare l’azione, giocano bene sulle seconde palle. Siamo partiti con un buon piglio, ma abbiamo subito preso gol. Siamo riusciti a tenere botta e a pareggiare. Abbiamo avuto anche due o tre occasioni per vincere nei tempi regolamentari. Andare sotto in un supplementare e riuscire comunque a vincere è molto significativo. Stare dentro le partite è importantissimo, non arrendersi alle difficoltà ha fatto la differenza. E’ un risultato per noi e per chi vuole bene a questa squadra”. 

Perchè fuori Van de Looi nella formazione iniziale?

“Perchè loro ti portano ad allungarti, avevo bisogno di gente in grado di riempire il campo velocemente. Volevo pareggiare le loro qualità per poi portare l’inerzia dalla nostra parte”. 

Mai temuto di non farcela?

“Ero molto concentrato, avevo la percezione che la squadra ci credesse. Questo tipo di partita non l’avevamo ancora fatta da quando sono tornato, serve anche questo. Se non cadi nella frustrazione poi arriva il momento in cui puoi rialzare la testa. Se riconosci il confine tra gioia e dolore e viceversa vuol dire che hai qualità”. 

Come hai visto gli episodi contestati dal Perugia?

“Per quanto riguarda il nostro rigore dal campo non ho visto nulla. Sul gol annullato a loro mi sembrava palese che ci fosse un fallo in attacco”.

Mercoledì si torna già in campo…

“Non abbiamo tani giorni per recuperare, già oggi i ragazzi hanno messo in campo risorse che sanno di avere e sono certo che ci riusciranno anche con il Monza”.

Ayè ha segnato il primo gol sotto la tua gestione… 

“In realtà ne fece uno anche in A contro la Fiorentina che gli fu annullato ingiustamente per fuorigioco. E’ generoso, gioca per la squadra, si è sacrificato nelle scorse settimane quando era alle prese con un problema fisico. Queste cose a un allenatore piacciono. Non è entrato bene, ma ci ha creduto sul gol e l’importante è che sia stato dentro la partita. Lui dà profondità per questo l’ho messo, l’avevo visto bene nell’allenamento di ieri”. 

Pubblico fantastico?

“Assolutamente si e anche questo ci dà la consapevolezza che una partita va oltre la fatica. Con il Monza saremo un po’ stanchi, ma questa prestazione ci dà una carica straordinaria. Speriamo che sugli spalti siano in tanti anche mercoledì”. 

Bianchi è un giocatore solo da ultimi minuti?

“E’ un giocatore importante, ha avuto un problemino fisico quando sono arrivato e per questo non giocava. Ieri ha fatto un bel gol in partitella, inoltre non gli ho fischiato due rigori quindi gli dovevo qualcosa (ride, ndr). Sul suo minutaggio devo ragionare, ma quello che ha fatto oggi mi ha fatto attirare la sua attenzione e lo terrò in considerazione”. 

Il Monza pagherà la delusione come il tuo Lecce un anno fa?

“Non lo so. Noi dovevamo passare questo preliminare. Non so quello che passa nella loro testa, so che dovremo fare due grandi gare per passare il turno”. 

condividi news

ultime news