DAL CAMPO: TRAMONI IN GRUPPO, CORINI PENSA A HUARD E BIANCHI DALL’INIZIO

Le prove del tecnico biancoazzurro sotto gli occhi di Marroccu e Cellino con i quali si è intrattenuto alla fine della seduta

Torbole Casaglia. Giornata di intenso lavoro quest’oggi per i ragazzi di Eugenio Corini, sotto lo sguardo vigile di Massimo Cellino e Francesco Marroccu, con i quali a fine seduta l’uomo di Bagnolo Mella si è intrattenuto a parlare. Molto lavoro con il pallone, dal quale sono emerse le prime indicazioni in vista della sfida di domenica pomeriggio contro il Vicenza. 

Esclusi infatti i nazionali (Joronen, novanta minuti in panchina nella sconfitta della sua nazionale contro la Slovacchia, Karacic, non impiegato dall’Australia nella sconfitta contro l’Arabia Saudita e Papetti, titolare invece nella goleada italiana contro la Norvegia) e i lungodegenti Palacio ed Andreoli, l’allenatore ha potuto lavorare con tutta la rosa a disposizione, mischiando anche un po’ le carte: ad oggi Huard sembra favorito per una maglia da titolare su Pajac, così come Bianchi è in vantaggio su Ayé per partire al fianco di Moreo; non è comunque da sottovalutare la forma fisica del francese, segnalato in grande spolvero. Corini sembra inoltre voler puntare molto su Van de Looi, in un centrocampo a tre con Bisoli e uno tra Bertagnoli e Jagiello. Da capire infine anche il compagno di Cistana al centro della difesa: provati infatti sia Adorni sia Mangraviti. 

Behrami ha lavorato con i compagni per tutta la sessione di allenamento, ma non ha preso parte alla partitella. 

Con il rientro dei nazionali si potrà capire qualcosa in più sulle intenzioni di mister Corini.

commenti

condividi news

ultime news