SPAURACCHIO CAVION: AGOGNATO E POI SCARTATO DAL BRESCIA, A VICENZA E’ INTOCCABILE E PURE GOLEADOR

Domenica al Rigamonti con la maglia biancorossa arriva un ex in cerca di rivincita. In biancoazzurro una media di 10’ a partita, con il Lanerossi sette volte tanto

Brescia. Dopo aver cercato di acquistarlo in tutti i modi nel mercato estivo del 2020 e in quello di gennaio 2021, il Brescia la scorsa estate era finalmente riuscito ad accaparrarsi Michele Cavion. Fu Del Neri ad indicarlo inizialmente come il mediano che faceva al caso suo per impostare le rondinelle con il 4-2-4. L’Ascoli non voleva mollarlo e lui in maglia bianconera segnò proprio al Rigamonti, nella prima giornata dello scorso campionato, quando Del Neri resistette solo due giornate di fronte allo tsunami celliniano. Dopo quel gol, Cavion disse: ”Ci tenevo a mettermi in mostra perchè so che il Brescia mi vuole”. Apriti cielo: iniziò un braccio di ferro con l’Ascoli, che lo mise anche fuori rosa. A gennaio fu più lesta la Salernitana ad acquistarlo: con i granata Cavion vinse il campionato di B, ma giocando mai per un infortunio.

In biancoazzurro. Quest’estate Cavion fu proposto ad Inzaghi, che diede il placet all’acquisto. Arrivò in prestito il nativo di Schio. Si sapeva che avrebbe avuto bisogno di ancora un po’ di tempo per tornare in condizione e infatti nelle prime due gare nemmeno venne convocato per seguire il piano di recupero. Debuttò ad Alessandria alla terza giornata, negli ultimi 11’, ma a quel punto la squadra andava già che era una meraviglia (tre vittorie su tre) e le gerarchie erano difficili da scalfire. Nelle 20 partite del girone d’andata, Cavion ha giocato per un totale di 203’ (10.15 di media) scendendo in campo in dieci occasioni e partendo titolare solo una volta: Brescia-Cittadella 1-1, 19 dicembre, tolto dopo 59 minuti.

Rinato a Vicenza. A fine gennaio è iniziata una nuova vita calcistica per Cavion, diventato uno dei tanti acquisti del Vicenza che il direttore sportivo Balzaretti ha rivoltato come un calzino per dare a Brocchi una squadra in grado di centrare quello che fino a poco fa sembrava solo un miracolo e invece a 7 giornate dalla fine è diventato un più che possibile obiettivo salvezza. Nelle 12 partite con i biancorossi, Cavion è sempre stato impiegato: 866’, 72.16’ di media e in 6 occasioni ha giocato dal primo all’ultimo minuto. Di più: Cavion ha segnato anche due gol ed entrambi molto belli. Nel 2-2 in trasferta con il Pisa e nell’ 1-1 in casa con la Spal. Vicenza ha trovato un nuovo idolo, lui ha trovato un habitat ideale. Domenica il Brescia non dovrà perdere d’occhio nemmeno un secondo lo spauracchio di giornata.

commenti

condividi news

ultime news