IL BRIEFING IN SEDE TRA CELLINO E I SUOI COLLABORATORI, CORINI COLLEGATO DA VERONA

Il tecnico di Bagnolo Mella per tornare chiede garanzie tecniche dopo che il rapporto con il presidente si chiuse male nel febbraio del 2020. La Lega di B intanto specifica: ”Noi spettatori nella vicenda della clausola di Inzaghi”. E intanto a Pippo nessuno ancora ha detto nulla

Brescia. E’ finito a mezzanotte e mezza il briefing nella sede del Brescia calcio tra Cellino e i suoi collaboratori mentre Eugenio Corini era collegato da Verona. In ufficio, con il presidente delle rondinelle, c’erano anche il direttore sportivo Francesco Marroccu, il team manager Edoardo Piovani, il segretario generale Andrea Mastropasqua e il capo ufficio stampa Filippo Migheli.

Eugenio Corini accetterà di tornare alla guida del Brescia ?

Eugenio Corini, per un po’, è rimasto collegato telefonicamente dalla sua casa di Verona poi Cellino e Marroccu hanno proseguito nella loro discussione. Il Brescia sta cercando di riportare il tecnico di Bagnolo Mella sulla panchina biancoazzurra, ma perchè questo avvenga devono incastrarsi alcune cose. Prima di tutto c’è un contratto che lega ancora Corini al Lecce fino al giugno del 2023 a complicare la faccenda e il club salentino non sarebbe così propenso a liberarlo dato che andrebbe ad allenare una diretta concorrente. Poi ci sono le richieste del tecnico di Bagnolo Mella, che vorrebbe garanzie tecniche più che economiche ben sapendo che in sette partite più eventuali play off non può fare miracoli con una squadra non costruita da lui. Insomma, se ritorno deve essere Corini vuole che gli si prospetti un progetto anche già per la prossima stagione se non dovesse arrivare la serie A in questo rocambolesco finale di stagione. L’ex allenatore delle rondinelle non vuole insomma che si ripeta il trattamento che gli fu riservato nella stagione 2019-20 in serie A quando in estate non furono accolte alcune sue richieste di mercato, nè tantomeno vuole rivivere quanto accaduto nel mercato di gennaio quando non ci fu una campagna di rafforzamento e poi a pagare fu nuovamente lui con il secondo esonero stagionale. Inoltre anche Corini sa che Cellino è già in parola con Liverani per la prossima stagione. Insomma, un ginepraio dal quale non sarà facile uscire. Quanto alla clausola presente nel contratto di Pippo Inzaghi, la Lega di B fa sapere che ”noi siamo spettatori in questa vicenda” confermando quanto abbiamo anticipato quest’oggi in esclusiva ovvero che se il tecnico piacentino dovesse rivalersi per la violazione della clausola potrebbe farlo solo di fronte al Collegio Arbitrale.

Alla fine della riunione Cellino e Marroccu sono usciti da una porta secondaria per provare a depistare i giornalisti, noi di Bresciaingol.com siamo riusciti comunque a raggiungere il direttore sportivo che, fingendo una telefonata, non ha però voluto rilasciare dichiarazioni dimostrandosi molto nervoso alla comparsa della nostra telecamera.

Francesco Marroccu alla vista del nostro obiettivo
Eugenio Corini il giorno in cui fu presentato come allenatore del Brescia nel settembre del 2018

Il Brescia si allenerà questo martedi pomeriggio a Torbole Casaglia e intanto a Filippo Inzaghi nessuno ha ancora detto nulla. Per comunicargli, eventualmente, di non presentarsi al campo dovrà venirgli recapitata una pec.

L’uscita di Francesco Marroccu dalla sede del Brescia: https://facebook.com/5343546088989916

commenti

condividi news

ultime news