INZAGHI: ”PRESO UN GOL DA POLLI, MA SE CONTINUEREMO CON QUESTO SPIRITO IL FUTURO E’ ROSEO”

”Meritavamo di vincere, abbiamo fatto il miglior primo tempo della stagione uscendo tra gli applausi della gente che si stava divertendo”

Brescia. Pippo Inzaghi sa che il Brescia ha perso una grande occasione per dare una svolta al proprio campionato, ma si tiene stretta la prestazione al netto dell’errore sul gol del 2-2 che ha tolto il dolce di bocca.

Mister, cosa le viene da dire a botta calda senza bisogno di essere sollecitato da domande?

”Che sono molto orgoglioso di questa squadra. Siamo rammaricati perchè non siamo riusciti a vincere pur avendo fatto il miglior primo tempo della stagione. Giochiamo contro squadre attrezzate, dovevamo chiuderla e avremmo sicuramente meritato di vincere. Abbiamo preso un gol da polli, su calcio piazzato, ma queste partite devono farci capire che stiamo diventando grandi e tutti hanno paura di noi. Se continueremo con questo spirito, il futuro è roseo”.

Non ha pensato di passare a quattro in difesa, togliendo quindi un centrale, quando loro sono rimasti in dieci?

“No, perchè stavano giocando comunque 4-3-2. Se fosse entrato Papetti, come ero pronto a fare appena prima del gol, sarebbe uscito Cistana perchè lo vedevo un po’ stanco e volevo palleggiare anche i difensori”.

Cosa vi ha impedito di vincere questa partita? 

“Siamo partiti pressando tanto, li prendevamo alti, soffrivano i nostri esterni larghi. Loro avevano delle assenza, ma si sono presentati comunque con Forte e Farias in attacco. Sul 2-2 quando Insigne ha calciato il traversone noi dovevamo scappare via. Di negativo c’è solo il risultato, la prestazione è stata straordinaria. Ci deve dare la spinta per andare a vincere a Pordenone e poi recuperare le energie durante la sosta”. 

Cosa si tiene invece di positivo e confortante?

“Abbiamo giocato 3 contro 3 dietro avendo a che fare con Forte, Moncini e Farias: questa è la mentalità che mi piace, una mentalità vincente. La strada è quella giusta. Bianchi? Molto bene. Abbiamo perso Palacio che per noi era fondamentale e che speriamo di avere dopo la sosta. L’avevo lasciato fuori a Lecce per tenermelo fresco oggi e invece… Ho voluto dare fiducia a Bianchi, non potevo pensare avesse i 90’ nelle gambe. Se tieni testa e anzi sei superiore alla miglior squadra della B come rosa vuol dire che hai fatto una partita molto bella. La prestazione c’è stata. Il Lecce che pareggia solo all’ultimo a Cosenza dimostra che il campionato non si gioca solo negli scontri diretti. Certo la zampata oggi ci avrebbe dato ossigeno, ma essere usciti tra gli applausi della gente che si stava divertendo alla fine del primo tempo ci rende soddisfatti”.   

commenti

condividi news

ultime news