INZAGHI: ”LORO HANNO I BOMBER DEL CAMPIONATO, NOI LA CONSAPEVOLEZZA CHE NESSUNO CI HA MESSI SOTTO”

Alla vigilia di Lecce-Brescia, il tecnico delle rondinelle analizza lo scontro diretto: ”A dieci giornate dalla fine è importante, ma decisivi saranno i 30 punti in palio”

Torbole Casaglia. Pippo Inzaghi è pronto a giocarsi con il suo Brescia la partita probabilmente più importante della stagione. Da Lecce passa una fetta di serie A. Nella conferenza stampa di Torbole Casaglia, con il pullman già acceso pronto a portare la squadra all’aeroporto di Linate da dove poi volerà su Brindisi e da lì ci sarà il trasferimento in pullman a Lecce, il tecnico delle rondinelle spiega cosa deve fare la sua squadra per tornare dal Salento con dei punti in valigia.

Mister, che aggettivo dà a questa gara: importante, fondamentale o decisiva?

“Mancano dieci giornate alla fine, sarà importante, di decisivo ci sono solo i 30 punti in palio. Vediamo una gara alla volta. Sono molto contento di quanto fatto finora: la partita di Cremona non ci ha dato i tre punti, ma la consapevolezza della nostra forza. Quella di Lecce è una gara che tutti vorrebbero giocare, sono convinto che faremo una grande prestazione”.

Sarà un Brescia d’assalto?

“Quando un allenatore prepara una gara vorrebbe sempre andare a comandare il gioco, aggredire alto, ma poi c’è anche l’avversario. Abbiamo molto rispetto del Lecce, che gia l’anno scorso meritava di andare in A. Ha grandi cannonieri, i due migliori del campionato, sarà una bella partita. Queste sono le nostre partite, sono contento di rigiocarne una tosta dopo quella con la Cremonese. La grande consapevolezza che abbiamo è che nessuno ci ha mai messo sotto e se a Cremona avessimo sfruttato meglio le opportunità avute la partita poteva andare diversamente”.

Il Lecce che squadra è?

“Speravo all’inizio della stagione di arrivare a questo punto a giocarmi una gara così importante. Già in estate davo il Lecce favorito, speravo di arrivare a sentire che siamo temuti da tutti”.

Come stanno i nuovi acquisti, sono pronti per dare il loro apporto?

“Sono arrivati avendo giocato poco, bisognava aspettarli, anche a Lecce cercherò di cambiare come sempre 5-6 giocatori perchè il gruppo lo merita”. 

Chi è più forte sulla carta?

“Bisogna dimostrarlo sul campo: il Lecce ha i due capocannonieri del campionato, noi non li abbiamo, ma anche questo ci dà la consapevolezza per essere lì. Ritroverò giocatori come Calabresi, Coda, Tuia (anche se è squalificato) a cui voglio molto bene. Sarà una bella partita come quella di andata, sarà decisa da episodi come con la Cremonese”. 

Come si ferma Coda?

“Lo conosco bene, abbiamo rispetto di tutti i loro giocatori, ma mi preoccupo poco degli altri, devo pensare a chi mettere in campo perchè ho tutta la rosa a disposizione dopo 7 partite in 21 giorni. E‘ rientrato anche Olzer, giocherà con la Primavera, ma dalla prossima avremo anche lui. Ruotando tutti i giocatori siamo arrivati fin qui e così continueremo a fare”.

Come si fa risultato a Lecce?

“Facendo il Brescia. In queste grandi sfide i particolari fanno la differenza. In trasferta abbiamo fatto qualcosa di incredibile e vogliamo continuare”. 

Come è andata la cena di ieri sera con Cellino e Marroccu (testimoniata da Bresciaingol.com) ?

“Bene. Abbiamo mangiato leggero…”.

E se ne va ridendo. Segno di un buon clima attorno alla squadra.

commenti

condividi news

ultime news