PAGELLE E GIUDIZI: BIANCHI E PALACIO LA STRANA, BELLISSIMA COPPIA. BAJIC E PAJAC ENTRANO BENE, MANGRAVITI DA LEADER

Dietro la lavagna Joronen e, per una volta, Cistana che dopo 26 partite da 90’ viene tolto anche perchè diffidato

Joronen 5

Gli arriva solo un tiro ed è il gol di De Luca nel quale sbaglia a non intervenire perchè la palla era nell’area piccola. Deve ritrovare più sicurezza sui palloni alti.

Karacic 6

Terzino di spinta, ma anche terzo di difesa. Camaleontico tra cose buone e altre meno. Cross, corsa, qualche sbavatura nei ripiegamenti difensivi.

Cistana 5

Non sente De Luca alle sue spalle. Sulle marcature aeree bisogna lavorare. Dopo 26 partite da 90 minuti su 90 (più recuperi) viene tolto dopo un’oretta essendo in difesa e avendo, Inzaghi, già perso Adorni per Cremona.

(19’ st Tramoni 6

Contribuisce a vivacizzare l’attacco. Fa il quarto di centrocampo con qualche inevitabile compito anche di contenimento, non il suo pane).

Adorni 5.5

Non riesce proprio ad entrare in questo campionato con la maglia del Brescia. Ancora un cartellino, giallo, che da diffidato gli farà saltare la Cremonese. Inzaghi lo toglie nell’intervallo per cominciare a dare più offensività alle rondinelle.

(1’ st Pajac 6.5

Torna disponibile dopo il forfait di Como quando aveva accusato un attacco di gastroenterite. Ritrovato, con un piedino tirato a lucido)

Mangraviti 6.5

Ancora terzino sinistro in partenza, finisce come unico centrale. Recita da leader.

Proia 5.5

Qualche errore di troppo, la partita meno lucida da quando è arrivato a Brescia.

(30’ st Bertagnoli 5.5

Si mangia il gol del 3-1, arrivando al tiro con un po’ troppa sufficienza)

Bisoli 6.5

Avrà bisogno anche lui di tirare il fiato, ma nel ruolo (che fu di suo padre nel Brescia di Baggio) di mediano centrale si trova sempre più a suo agio.

Lèris 5.5

Corre tanto, ma pasticcia anche di pari passo.

(34’ st Bianchi 8

Entra con la faccia tosta che serve per spaccare la partita. E ci riesce benissimo con un gol in spaccata e un assist di tacco. Il tutto in un quarto d’ora).

Moreo 6

Collante per un attacco che nel finale scatena i cavalli di Bianchi e Palacio.

Ayè 5

Uomo partita a Como, uomo di scarsa utilità con il Perugia. E’ un po’ il suo destino, sempre sulle montagne russe.

(19’ st Bajic 6.5

Buon impatto come dimostra l’assist di testa per il pareggio di Bianchi. Peccato che si mangi anche lui il gol del 3-1).

Palacio 8

Sempre più il Benjamin Button del Brescia. Inzaghi gli dà libertà d’azione: inizia largo a sinistra per cercare di essere decisivo come già con l’Ascoli, galleggia dietro le punte, inventa. Mette sulla testa di Bajic il pallone che il bosniaco fa diventare assist per Bianchi, segna il gol partita duettando con Bianchi in una giocata intergenerazionale.

Inzaghi 7

La vince con il cambio di Bianchi, ma anche con gli ingressi di Pajac e Bajic. La squadra ha un’anima e un’identità, altrimenti undici risultati utili di fila mica arrivano per grazia ricevuta.

Arbitro

Miele 5.5

Dubbi per un possibile mani di Bertagnoli in area negli ultimi secondi, il secondo giallo a Ferrarini ci sta da regolamento, ma è zelante.

PERUGIA (3-4-1-2) Chichizola 6.5; Sgarbi 6.5, Curado 6, Dall’Orco 6; Ferrarini 4, Burrai 5.5, Segre 6 (40’ st Carretta ng), Beghetto 6 (1’ st Zanandrea 6); D’Urso 6 (15’ st Santoro 6.5); Olivieri 6 (1’ st Falzerano 6), De Luca 7 (26’ st Matos 6.5). All. Alvini 6

commenti

condividi news

ultime news