INZAGHI: “AVEVO L’IMPRESSIONE CHE POTESSIMO VINCERLA DA UN MOMENTO ALL’ALTRO. DIECI RISULTATI UTILI DI FILA SONO UN GRANDE RISULTATO”

“Peccato per essere stati puniti nell’unico errore e dire che avevamo preparato come evitare i colpi di testa di Cerri su calcio piazzato”

Como. Sarà che ha giù la voce, ma è un Pippo Inzaghi che arriva in sala stampa in tono dimesso. L’allenatore del Brescia prova a sforzarsi che il pareggio vada bene visto che la prestazione è stata positiva, ma poi emerge com’è logico che sia l’amarezza per non essere riusciti a vincere una partita che le rondinelle avrebbero meritato.

Mister, bisogna accontentarsi?

”La prestazione è stata positiva. Ci sono stati possesso palla, tiri in porta, purtroppo abbiamo preso gol nell’unica occasione che gli abbiamo concesso e dove non dovevamo sbagliare così perchè l’avevamo preparata bene. Avevo visto le altre partite casalinghe del Como dove avevano creato sempre tanto e invece con noi non ci sono riusciti. Il campo non ci ha aiutati poi ci siamo anche un po’ innervositi. Volevamo vincere, probabilmente lo meritavamo, ma abbiamo dato anche prova di solidità. Siamo a dieci risultati utili consecutivi e in serie B non è affatto facile riuscirci, si tratta di un grande risultato. Pensiamo al Perugia e a come batterlo”.

Dalla platea della sala stampa c’è chi insiste con Inzaghi chiedendogli il perchè la squadra non è partita subito con due punte dato che con quell’assetto nel secondo tempo ha giocato meglio e prodotto di più. Dapprima il tecnico delle rondinelle risponde pacato dicendo che ”nel primo tempo potevamo fare qualcosa di più dato che abbiamo avuto un paio di occasioni importanti con Léris” poi però di fronte all’insistenza dell’interlocutore perde la pazienza e dice: ”Se vuoi fare tu l’allenatore…”.

Come stanno vivendo i ragazzi la pressione, se tale è, dello stare nei primi due posti?

“La squadra, se non sbaglio, è stata 18 partite tra il primo e il secondo posto. E’ un campionato molto equilibrato. Tutto quello che questa squadra sta raccogliendo se l’è meritato. Guardare la classifica adesso serve a poco. Ci teniamo la prestazione e l’atteggiamento. Martedì torniamo a giocare in casa e avremo un’altra grande opportunità per tornare a vincere”.

C’è un po’ di amaro in bocca oppure no per questo pareggio?

”Avevamo la partita in mano e ho avuto l’impressione che potessimo vincerla da un momento all’altro. Abbiamo fatto 31 cross e quando ne fai così tanti devi segnare di più. Nel secondo tempo pur andando tutti in avanti siamo sempre rimasti equilibrati, senza subire contropiede”.

Hai rivisto il gol annullato? C’è una spinta di Cistana…

”Non l’ho rivisto. Ho ricevuto messaggi da casa di chi l’ha visto dicendo che era buona. Ci era già successo anche con l’Alessandria, speriamo che ci capiti un episodio così anche a favore. Io del Var penso che sui fuorigioco possa essere molto utile perchè sono difficili da vedere, sulle altre azioni è un ottimo supporto se usato nel modo giusto”.

Un’impressione sul Como?

“Giocano molto sulle seconde palle con Cerri, un modo di fare che non agevola il bel gioco. Noi siamo stati bravi a non concedere nulla se non quel calcio piazzato. Comunque sono una buona squadra e si salveranno”.

commenti

condividi news

ultime news