CIFRE E RETROSCENA SULLA TRATTATIVA ADORNI

Il difensore già quest’estate aveva chiesto di essere lasciato libero e ora potrebbero davvero esserci i presupposti per accasarsi al Brescia

Brescia. E’ un’operazione da circa un milione e mezzo di euro quella che il Brescia è disposto ad effettuare per arrivare al difensore del Cittadella Davide Adorni. Quest’ultimo già in estate era stato ad un passo dal lasciare la squadra dove milita dal 2017 (in precedenza esperienze solo in C con Renate e Sant’Arcangelo): Crotone e Cremonese erano andate all’assalto, ma il club veneto aveva fatto muro gratificandolo con la fascia di capitano lasciata libera da Iori.

Le cifre. Adorni era riuscito però a strappare una mezza promessa di essere lasciato libero se a gennaio fosse arrivata una proposta importante. Il Brescia ha fatto un’offerta di 600 mila euro più bonus (si può arrivare fino ad 800) al Cittadella (che ha confermato di averla ricevuta, senza ovviamente sbilanciarsi sulle cifre) e proponendo al giocatore un triennale da 200 mila euro a stagione, il doppio di quanto Adorni percepisce al Cittadella dove è sotto contratto fino al 2024.

La scheda. Parmense, cresciuto nel Parma dove però non ha mai debuttato, Adorni è un difensore bravo a comandare la linea, ma siccome per questo c’è già Cistana, Inzaghi lo vuole a tutti i costi per la sua bravura nel ruolo di marcatore, in particolare nelle marcature preventive che nel calcio d’oggi (e nel modo di giocare di Inzaghi) sono determinanti.

commenti

condividi news

ultime news