MONICA E ALESSANDRO MERO: “ANCHE NOI ALLO STADIO PER RICORDARE VITTORIO”

Domenica alle 16.30 Messa in Sant’Afra e poi un ritrovo in Piazzale Arnaldo con ex rondinelle

Brescia. Allo stadio Rigamonti per assistere a Brescia-Ternana ci saranno anche Monica Porzio e Alessandro Mero, la vedova e il figlio dell’indimenticabile “Sceriffo” Vittorio Mero del quale domenica ricorre il ventennale della morte. Intervenuti alla trasmissione “Aspettando il Brescia” su VideoBrescia Sport (canale 273 del digitale terrestre) e sulle pagine Facebook di Bresciaingol e di Cristiano Tognoli hanno detto: “E’ un segno del destino che il Brescia proprio in questo fine settimana affronti la Ternana, la squadra nella quale Vito giocò in prestito nella stagione in cui lasciò le rondinelle per poi tornarvi”. Monica ha ringraziato i bresciani “che mi hanno fatto sempre sentire il loro affetto. So che dalla Curva Nord spesso partono cori per Vito e questo significa che nonostante sia passato tanto tempo il ricordo che ha lasciato è stato speciale”.

Il figlio. Alessandro, che all’epoca aveva solo due anni, ora è un ragazzone che studia a Bologna “Giurisprudenza” e che ha fatto fruttare il premio salvezza che la squadra del 2002 decise di devolvergli e che avrebbe potuto utilizzare al compimento del diciottesimo anno. “Ho giocato da trequartista – dice Alessandro – e anche se il mio ruolo era un po’ diverso da quello di papà mi dicevano che gli assomigliavo. Adesso mi piace ancora giocare, ma penso allo studio. Non ho potuto conoscerlo, ma tutti mi dicono quanto fosse una bella persona e per me è un grande orgoglio. Ogni volta che torno a Brescia sento l’affetto della città. Tifo Juve – dice dalla casa di Ravenna dove si è collegato in trasmissione con mamma Monica – ma un occhio al risultato delle rondinelle lo dò sempre e mi informo sui social su come va la squadra. Con la Ternana sarò sugli spalti a tifare”.

Gli appuntamenti. Domenica alle 16.30 Monsignor Claudio Paganini, padre spirituale del Brescia, celebrerà una Messa a Sant’Afra in ricordo di Vittorio Mero poi ci sarà un ritrovo in Piazza Arnaldo dove parteciperanno anche ex rondinelle e al quale sono ben accetti ovviamente anche i tifosi. Da domenica mattina troverete su Bresciaingol.com un podcast realizzato da Cristiano Tognoli e Alessandro Zanolini con il racconto di quel gennaio 2002 e i ricordi di chi ha condiviso quegli ultimi giorni con Vittorio Mero. Sulla pagina Facebook l’intervista integrale ad Emanuele Filippini, compagno di stanza di Mero che nella partita successiva alla morte dello “Sceriffo” segnò a Lecce il suo primo gol in serie A nella vittoria delle rondinelle.

Domenica a Brescia una giornata per ricordare Vittorio Mero a 20 anni dalla sua scomparsa

commenti

condividi news

ultime news