FOCUS: UNA TERNANA IN CRISI IMBOTTITA DI EX

Solo due punti nelle ultime quattro partite. Donnarumma, Martella, Paghera e Furlan rondinelle del passato. Da dove nasce il nome “Fere”, il gemellaggio con l’Atalanta e la sfida tra ex bomber Lucarelli-Inzaghi

Terni. A distanza di poco più di un mese dall’ultima apparizione, tra restrizioni legate alla pandemia e in pieno calciomercato di riparazione, le Rondinelle di mister Inzaghi tornano a calcare sabato alle 14 il prato del Rigamonti. L’ultima volta fu il 19 dicembre e fini in parità contro il Cittadella di Venturato.

Prossimo avversario è la Ternana (le “Fere” per i tifosi umbri) dei tanti ex reduce dalla prestazione deludente e incolore e dalla scoppola rimediata la scorsa settimana al “Liberati” contro l’Ascoli e che arriva da una striscia di due pareggi e due sconfitte nelle ultime quattro uscite. 

LA PARTITA DEI QUATTRO EX

Sono ben quattro i giocatori che militano nelle file della Ternana con un passato più o meno recente nelle file del Brescia. Non si può che cominciare dal “bomber” Alfredo Donnarumma, indimenticato protagonista assieme a Torregrossa della galoppata trionfale del Brescia di Corini verso la serie A e un po’ meno protagonista la stagione successiva nella massima serie culminata con la cocente delusione per il popolo bianco azzurro del ritorno immediato in cadetteria. Per lui un triennio all’ombra del Cidneo con 89 presenze e 39 gol. Per Donnarumma il tabellino al giro di boa dell’ attuale torneo cadetto parla di 7 gol, non pochi se si tiene conto della salvezza come obiettivo stagionale dei neopromossi rossoverdi di mister Lucarelli. Arrivato alla corte di Cellino nel mercato di riparazione del Gennaio 2019 Bruno Martella è un terzino di fascia, vanta 68 presenze con la maglia bianco blu e due reti all’attivo. Anche lui, come Alfredo passa alla Ternana al termine della scorsa stagione non senza qualche attrito e frizione con l’entourage di Cellino. Discorso diverso quello che riguarda Fabrizio Paghera.

Il “gnaro” di Roncadelle, dopo un promettente avvio ad inizio carriera con la maglia del Brescia non è mai riuscito ad affermarsi definitivamente ad alti livelli. Vanta un paio di spezzoni di campionato con la maglia del Brescia a cavallo tra il 2010 e il 2012. Da Gennaio del 2019 si è accasato alla corte di patron Bandecchi a Terni dove, a oggi, vanta 77 presenze e 4 gol.

C’è infine Federico Furlan, uno dei primi acquisti di Cellino nella stagione 2017-18: 35 presenze e 8 assist. In questa stagione alla Ternana ha collezionato 11 presenze, ma da tre partite non vede il campo. L’anno scorso fu invece tra i protagonisti della promozione in B con 10 gol in 32 partite.

I PRECEDENTI AL RIGAMONTI

I precedenti sorridono decisamente alla squadra del presidente Cellino. Brescia e Ternana si sono affrontate al Rigamonti diciassette volte con il bilancio di 10 vittorie delle Rondinelle, 7 pareggi e nessun successo della squadra ospite. 

L’ultimo match disputato a Mompiano risale al 25 Aprile 2017. Successo bianco azzurro con reti di Crociata e capitan Bisoli inframezzate dal temporaneo pareggio di Defendi. 

CURIOSITÀ 

Nell’organigramma delle “Fere” compare pur un (ex) arbitro internazionale. 

Paolo Tagliavento, ternano DOC. 

Terminata per ragioni anagrafiche il 30 Giugno 2018 la carriera arbitrale dalla successiva stagione ricopre il ruolo di vice presidente della compagine Umbra. 

LA TIFOSERIA 

A causa delle ultime disposizioni governative relative alla pandemia in atto non potranno essere presenti sugli spalti del Rigamonti i tifosi ospiti. 

Non sono moltissime le tifoserie gemellate con la curva Nord della Ternana. 

Tra questi spicca, particolarmente sentita per la storicità, quello con i tifosi Atalantini. Legame che ha portato durante lo scorso campionato a far violare il Daspo al “Bocia”, storico capo ultrà bergamasco per assistere al match casalingo degli umbri contro il Bari lo scorso 14 Marzo….

Altre curve che vantano un gemellaggio con i tifosi delle “Fere” sono quelle della Casertana, Livorno, Sampdoria. Tra le tifoserie “nemiche” e con la quale la frizione risulta essere più accesa anche quelle bresciana…

BOMBER IN PANCHINA

Brescia Ternana sarà solo il secondo incrocio in panchina per i due tecnici e indimenticati bomber Inzaghi e Lucarelli. 

L’unico precedente si riferisce alla partita di andata disputata a fine Agosto al “Liberati” e sorride al tecnico bresciano corsaro con le Rondinelle a Terni grazie alla doppietta di Bajić. Almeno qui, per ora, Brescia avanti….

DICI TERNANA E DICI “FERA”

La parola “FERA” deriva da una storpiatura dialettale di “FIERA”, ovvero “Animale o bestia feroce, belva”….Chi deve essere eliminato crudelmente viene “condannato alle fiere” o “dato in pasto alle fiere” …

Nel gergo popolare Italiano l’appellativo di “Fiera” viene comunemente accostato a “persone selvagge e crudeli”…Così dovrebbero essere, sportivamente parlando in campo, per i tifosi umbri, i giocatori della Ternana….

Luca Maghini

commenti

condividi news

ultime news