BATTISTINI (PROCURATORE TRAMONI): “OPERAZIONE GENIALE DI CELLINO”

L’ex portiere: “Bravo il presidente a non lasciare il controriscatto. Piccolo Barella o Griezmann in miniatura? Mi auguro un grande Tramoni”

Brescia. Il “bello della diretta” non sono solamente imprevisti ed errori, ma anche contributi del tutto fuoriprogramma: questo è riuscito a ottenere il nostro direttore Cristiano Tognoli nell’intervallo della partita di domenica contro il Cittadella, intervistando il procuratore di Matteo Tramoni in diretta Facebook. Si tratta di Graziano Battistini, ex portiere tra le altre di Udinese, Bari e Verona.

Sull’operazione Tramoni-Brescia. «Il presidente Cellino è un genio e i geni arrivano sempre prima degli altri. Quello su Matteo è un inseguimento che ha raggiunto il suo culmine con l’ingaggio di quest’anno e che è stato molto positivo per tutti quanti: Tramoni è infatti prezioso per il Brescia e il Brescia è prezioso per la crescita di Tramoni». 

Sul diritto di riscatto. «Diciamo – argomenta Battistini – che è stato bravo il presidente a strappare un riscatto senza lasciare al Cagliari il controriscatto, in modo da poter comandare i giochi e far sì che Tramoni possa diventare del Brescia. Bravo lui, vedremo poi cosa succede».  

Sul ruolo di Tramoni. «La mia idea è che possa diventare una mezz’ala di un certo livello, ma giustamente al giorno d’oggi è importante fare ciò che l’allenatore ti chiede, quindi se riesci a fare più ruoli ben venga. Lui può comunque fare sia l’esterno sia la mezz’ala». A Brescia i tifosi lo definiscono già un Barella in miniatura o un piccolo Griezmann. Battistini chiosa: “Io spero che diventi un grande Tramoni” 

commenti

condividi news

ultime news