SKRABB: “HO RESCISSO COL BRESCIA, ORA MI SENTO PIÙ LIBERO. BALOTELLI FACEVA PRENDERE FUOCO ALLE PERSONE”

Riecco il finlandese del quale si erano perse le tracce: “Quando arrivai nel gennaio 2020 volavo sulle nuvole poi ho vissuto l’inferno”

Brescia. A dire la verità pensavamo fosse ancora un giocatore del Brescia (non ci sono mai state comunicazioni diverse in tal senso) e che fosse tornato nella sua Finlandia per curarsi meglio da un brutto infortunio al ginocchio. Ma da un’intervista al portale Expressen abbiamo scoperto che Simon Skrabb ha rescisso con le rondinelle. E abbiamo scoperto anche molto di più…

Dalle stelle alle stalle. ”A Brescia sono passato dal vivere sulle nuvole quando arrivai a gennaio del 2020 e debuttai contro il Milan nel quale giocava Ibrahimovic all’inferno del Covid per il quale sono stato molto male: avevo perso gusto e olfatto, mi sembrava di mangiare carta. Poi c’è stato anche l’infortunio al ginocchio. Ho cercato di curarmi il più velocemente possibile, ma all’arrivo di Inzaghi sono stati acquistati 15 giocatori e ho capito che per me non c’era più spazio. Abbiamo deciso di rompere il contratto e questo mi ha fatto stare bene, adesso sono sul mercato. So che piaccio all’Allsvenskan e a un paio di società straniere”.

Balotelli. “Mario – sostiene Skrabb – è un personaggio strano. All’inizio era come un capitano e faceva grandi cose in allenamento poi è sparito. Aveva comportamenti particolari: inseguiva la gente con accendini e lacca per i capelli per far prendere loro fuoco”.

commenti

condividi news

ultime news