DE ZERBI: “IL BRESCIA PRIMO NON E’ UNA SORPRESA E CHE BELLA LA CURVA NORD PIENA”

L’allenatore bresciano dello Shakhtar ha trascorso qualche giorno in città in concomitanza con la sosta: “Felice anche che sia rientrato Piovani. Torniamo in A, stavolta per restarci”

Brescia. Approfittando della sosta per le Nazionali, Roberto De Zerbi è tornato qualche giorno nella sua Brescia per stare un po’ con la famiglia. L’allenatore dello Shakhtar Donetsk ha parlato in esclusiva con noi di Bresciaingol.com per commentare l’inizio di campionato delle rondinelle, che nel cuore gli stanno.

Primato non per caso. “Non sono sorpreso – ci ha detto De Zerbi – di trovare il Brescia davanti a tutti. Me lo auguravo e me lo aspettavo dopo aver seguito il mercato estivo con il quale è stata creata una rosa forte e ampia. Il Brescia è una squadra importante per la serie B e si è preso meritatamente il primo posto. Nell’ultima partita con il Pordenone ho visto anche la Curva Nord bella piena e da uno che ha visto da lì tante partite potete immaginare quanto mi abbia fatto piacere. Tornando in città ho avvertito un calore e un’attenzione nuovamente crescenti e anche questo mi fa molto piacere”. Alla domanda se ha più sentito Cellino, che lo aveva fortemente corteggiato prima che andasse al Sassuolo, Roberto risponde con un “no” secco.

“Sono poi contentissimo che sia stato reintegrato Edoardo Piovani, un dirigente di valore. A questo punto mi auguro che il Brescia torni in A, stavolta per restarci” conclude Roberto De Zerbi che domani farà rientro in Ucraina dove ricomincerà a lavorare con il suo Shakhtar per farsi trovare pronto in vis della ripresa del campionato, dove è in testa a pari punti con la Dinamo Kiev di Mircea Lucescu, e per la Champions League dove ha ancora chances di chiudere al terzo posto nel girone e mercoledì 24 novembre sarà impegnato a San Siro contro l’Inter.

commenti

condividi news

ultime news