LE PAGELLE: MOREO DECISIVO, PALACIO ISPIRATO, LA DIFESA REGGE, CENTROCAMPO IN OMBRA

Joronen 6

Se trascorre una giornata di normale amministrazione o poco più, tranne che una respinta in uscita bassa, significa che il Pordenone pur facendo a tratti la partita non è riuscito ad essere davvero pericoloso. E ridimensiona tanti discorsi.

Mateju 5.5

Cambiaghi, il suo dirimpettaio, è una continua spina nel fianco per le rondinelle.

Cistana 6.5

Con Chancellor l’intesa migliora di giornata in giornata. Un solo gol subito nelle ultime quattro partite: la difesa del Brescia adesso è una certezza granitica.

Chancellor 6.5

Certo se Volpi avesse dato il rigore per il suo fallo su Pellegrini avremmo dovuto abbassare il voto, ma tutto è bene quel che finisce bene. E la prova del venezuelano è stata di pura solidità

Pajac 6.5

In una gara risolta da un episodio il suo cross al bacio per il colpo di testa vincente di Moreo è la giocata della partita.

(35’ st Mangraviti sv)

Bertagnoli 5

Giornata no. Lento, involuto: sia nel pressing che nel buttarsi a giocare con gli attaccanti. Può capitare.

(1’ st Léris 5.5

Nell’intervallo si chiede gran voce il suo ingresso in campo, ma il francese non è ancora quello di qualche settimana fa e lo si vede anche per come non sfrutta la palla del 2-0.

Van de Looi 5

Il secondo tempo di Benevento sembrava averci riconsegnato un giocatore in salute. Non è così. La solita messe di passaggi orizzontali che servono a poco.

Bisoli 6

Nel primo tempo è tra quelli che almeno provano a calciare in porta. Ripresa fatta di tanto impegno.

Palacio 6.5

Nella pochezza generale, uno con la sua classe spicca. Gioca largo a sinistra per dare aria alla manovra delle rondinelle. Dribbling, suggerimenti, indica anche a Tramoni le posizioni da tenere. Ha 18 anni in più del “golden boy”, ma lo stesso entusiasmo.

(35’ st Spalek sv)

Tramoni 6

Qualche buono spunto, ma non continuo come altre volte. Con Palacio nel primo tempo cerca di spronare i suoi recuperando qualche buon pallone sulla trequarti.

(41’ st Cavion sv)

Bajic 5

Fin che sta in campo la squadra soffre una mancanza di profondità. Non è nemmeno utile, come invece altre volte, nel difendere palla o nel venirsela a prendere nella metà campo difensiva. Insomma: impalpabile.

(9’ st Moreo 7

Un colpo di testa in corsa, mettendoci tutta la voglia che questa squadra aveva di arrampicarsi in testa alla classifica. E ancora una volta, meglio quando parte dalla panchina)

All. Inzaghi 6

Stavolta non ha mostrato un Brescia versione “5 stelle extra lusso”, ma bisogna solo dirgli grazie per aver portato la squadra fin qui quando siamo ormai al primo terzo di campionato.

Arbitro Volpi 4

Potremmo arrampicarci sugli specchi e dire che lui o il Var hanno visto chissà cosa in occasione del rigore non dato a Pellegrini. Se così fosse avrebbe dovuto andare a rivedere l’azione. Non l’ha fatto e stavolta è andata bene al Brescia. Bisogna essere oggettivi. Oltre a questo errore grave, altre situazioni con falli invertiti e in generale una prestazione da dimenticare in fretta.

commenti

condividi news

ultime news