CELLINO-INZAGHI, CONTATTO A CENA

Si è consumato poco fa il primo incontro diretto tra il presidente e il nuovo tecnico delle rondinelle giunto in città

Brescia. Massimo Cellino e ‘Pippo’ Inzaghi si sono incontrati: qualche ora fa, il presidente ha raggiunto il nuovo tecnico delle rondinelle nell’hotel bresciano dove alloggia l’allenatore piacentino per cenare con lui e scambiare le prime parole vis a vis. Cellino, rientrato questo lunedì a Brescia, non ha così perso altro tempo ed ha subito stabilito il primo contatto di persona con l’ex tecnico del Benevento. Un Inzaghi che, da oggi, è di fatto operativo in città, in attesa chiaramente dell’ufficialità e dei dettagli dell’operazione che lo legherà alla Leonessa per, con tutta probabilità, il prossimo biennio.

commenti

  1. Bene l’arrivo di Inzaghi (che a parte Bologna a mio parere ha sempre fatto abbastanza bene: anche al Milan, in anni in cui lo stesso Milan era impresentabile, e quest’anno al Benevento – per metà campionato la squadra andava bene… poi l’organico non adeguato e l’inesperienza hanno fatto la differenza).
    Ora il problema diventa il “tormentone” Tonali-Milan… Senza i soldi promessi diventa davvero difficile pensare ad una stabilità economica del Brescia, che naturalmente basava il bilancio anche sui proventi della cessione di Tonali, ed a un possibile mercato estivo… Risolta positivamente questa questione credo si troveranno rapidamente soluzioni valide anche per la squadra.
    Personalmente reputo necessario l’ingaggio di un difensore d’esperienza (in aggiunta a Cistana, con Mangraviti che a me in fondo è piaciuto in molte occasioni), di un centrocampista alla Bjarnason (magari rimanesse con noi) e, considerando il modulo solitamente adottato da Inzaghi, il 4-3-3 o il 4-3-2-1, anche di due ali, con Ayé e Pandolfi (da scoprire come riserva) come punte.
    Infine una riflessione su Zhmral: penso che come ala potrebbe anche essere rivalutato…

condividi news

ultime news