CLOTET-BRESCIA, MANCA L’UFFICIALITA’ MA E’ UN ADDIO

Siamo in attesa di comunicazioni dal Club, ma è pressoché certa la fine del rapporto con il tecnico catalano. Si cerca il nuovo allenatore

Brescia. Più che un incontro per valutare il da farsi, quello avvenuto ieri mattina nella sede della società tra Cellino e Clotet è stato in pratica solo l’occasione per i saluti di commiato. Manca l’ufficialità, ma Pep Clotet non sarà l’allenatore del Brescia per la prossima stagione! Il tecnico catalano ha già raggiunto questa sera la Spagna dove risiede la sua famiglia e l’accordo per sedere ancora sulla panchina delle rondinelle, dopo la cavalcata che le aveva portate dai playout ad agganciare i playoff, non si farà. Le ultime ventiquattro ore, indicate da Clotet come quelle per decidere, sono state solo il prolungamento di quanto di fatto aveva già deciso. Ora, entra sempre più nel vivo il casting per trovare il suo sostituto tra tanti nomi (quello di Baroni resta tra i più papabili) di un’estate dove il via-vai sulle panchine di A e B non è mai stato così caotico. Aggiornamenti in corso…

commenti

  1. @berto52 , @brotto , non credo che l’appello di due incompetenti , mistificatori della realtà , possa essere preso in considerazione da qualcuno , tantomeno dai salodiani che per lo meno un presidente e una Società rispettabile c’è l’hanno . Noi siamo in attesa del nuovo Oronzo Cana ‘ e di qualche Aristoteles di turno . Senza speranza , senza futuro . La Feralpi Brescia potrebbe essere una valida alternativa ad un Brescia calcio a conduzione sarda , finito calcisticamente dopo il 1 Maggio 2019 .

  2. @hovistobrotto. L’accorato appello ai tifosi della Feralpisalò mi aggrada assai, se serve una firma io ci sono anche se dubito fortemente che i salodiani siano del parere di prendere fra capo e collo una “sola” del genere. Forse li stiamo sottovalutando, non credo siano così autolesionisti. Maverik sarebbe troppo impegnativo per loro, lasciamoli al loro quieto vivere.

  3. Un accorato appello ai fan della Feralpi Salò che leggono bresciaingol:
    Ciao amici salodiani. Innanzitutto complimenti per la vittoria di ieri. Vi scrivo come vecchio utente di Bresciaingol. Da ormai 7 anni un profondo conoscitore di calcio ed ex allenatore commenta sul sito del Brescia in maniera appassionata ed è una fucina di idee. Al momento il suo alias è Maverik ma ne ha avuti altri. E’ un grandisimo tifoso della Feralpi ed è innamorato del vostro Presidente. Potete leggere i suoi commenti, non sto scherzando. Purtroppo invece del Brescia non gli va bene nulla: Il Presidente ci porterà alla rovina e i giocatori sono da sempre da torneo di Polpenazze. Aveva anche scommesso che non avrebbe più scritto se il Brescia fosse rimasto in B ( si è rimangiato la promessa ma lui è fatto un po’ così, prendere o lasciare). Avrei una preghiera. Perché non lo incoraggiate a scrivere su AC Feralpi Salo Fan Blogs: community, rumours, opinions, comments, community on Tribuna.com e lasciar perdere bresciaingol? Vantaggi: i commenti esploderebbero e anche voi potreste apprezzare le sue geniali idee. Ha alcuni difetti, per esempio è debole in geografia e propone allenatori che si sono ritirati da anni (Malesani) o giocatori ultratrentenni con le ginocchia a pezzi (Marchisio). A volte esagera e intima al Presidente di comprare il Papu ma è una brava persona amante dei cani. Invitatelo a scrivere sul vostro blog, non ve ne pentirete. Grazie e in bocca al lupo per la trasferta di Alessandria.

  4. @brotto , ha vinto la Feralpi 1/0 gol di Scarsella al 20’ . Mercoledì il ritorno ad Alessandria . Speriamo in bene . Dovremo accoglierla al Rigamonti in caso di promozione . Dai che Ghe la fom . Cellino prepara il contratto di sublocazione .

  5. E poi che cippola centra la Sampdoria e il Chievo con la Feralpi? La Sampdoria nasce dall’unione della Sampierdarena (quartiere di Genova da 102 anni) e la Società Ginnastica Andrea Doria (sempre a Genova). Il Chievo è una frazione di Verona. Forse confondi Salò con il Carmine ?

  6. A me della Feralpi non frega niente, cercherò di non sapere nemmeno il risultato. Tra l’altro mi è più simpatica l’Alessandria. Mario ti ricordo che questo è il sito che parla del Brescia Calcio. Sennò domani mi metto a scrivere commenti sul Siracusa.

  7. Forza Feralpi , oggi contro l’Alessandria . E’ l’unico modo per sbarazzarsi dell’indesiderato . In B la FeralpiBrescia dovrebbe giocare al Rigamonti , qualche vittoria , un progetto ambizioso , ed ecco il nuovo ChievoBrescia , la nuova Sampdoria . In poco tempo tutti passeranno alla nuova realtà’ . Andra’ Cellino a giocare al Turina . A quel punto se ne andrà , e si potranno fondere le due realtà . E’ inutile illudersi non venderà’ mai , vorrebbe cifre assurde per un squadra e una società che non valgono niente , oggi come oggi . Tutti in fuga , nessuno vuol venire a Brescia , Ci avviamo al terzo anno di miserie .

  8. intanto si dice che Pep Clotet si stia accasando all’hellas … penso che solo con un poco di certezze in più sarebbe restato molto più volentieri qua, peccato

  9. Vedere il Venezia in A con giocatori da serie C a far tanto , mette ancora più inquietudine sul nostro stato sportivo calcistico . Ci affidiamo oramai solo alla Fede e alla speranza , speranza che arrivi qualcuno a togliercelo dalle palle .

  10. Chissà quali fantasmagoriche garanzie tecniche avrà preteso Clotet? Ovviamente la domanda è ironica, e come non potrebbe esserlo, questo allenatore arriva da una serie di esperienze da secondo se non erro e non certo nella parte alta della premier league…. avrà chiesto il minimo indispensabile per poter fare un campionato come la storia della ns città merita. Non ho più parole, ci resta veramente di tifare la maglia.

  11. Sono d accordo con gattonero che Clotet e’venuto qui che era un signor nessuno .Ma purtroppo nelle ultime 3 / 4 partite hanno iniziato a discutere perché ‘ il capo voleva imporgli 2/3 giocatori (fra tutti Papetti e Spalek ) che l allenatore non vedeva nella formazione titolare. E da lì i rapporti si sono deteriorati .La stessa cosa l’ha fatta con Delneri Dionigi e Lopez .Quest ultimo era succube finché ( con la Reggina ) non gli ha più risposto e lo ha cacciato. Questi sono i fatti.

  12. @mariolini temo di aver perso un passaggio. Chi era che portava soldi organizzazione progetti etc.? Ti ringrazio in anticipo.

  13. il programma del prox anno sarà calare il monte ingaggi, prendere scommesse valorizzarle cercando una salvezza facile promettendo il vertice… del resto abbiamo creduto a chi oggi è proprietario sbeffeggiando chi invece avrebbe portato strutture serie e capitali veri siamo degli asini volanti..

  14. Spiace l addio di Pep anche se meglio cosi io non voglio fare tanto l avvocato di Cellino che su molte cose non condivido i suoi atteggiamenti ma se anche Clotet detta delle regole allora qua vale tutto…
    Ricapitoliamo
    Quando prese Clotet era il signor nessuno il benpensante fanfarone populista ne scrisse di tutti i colori…tutti scettici arrivo con un pedigree pessimo…lavoro fece bene diciamo non benissimo ma fece un lavoro buono …e che fa mette le regole …io voglio questo io volgio quest altro…un altro Antonio Conte in piccolo…Mi metto nei panni di Cellino che non sopporta nessuno che gli detti regole (grave pecca caratteriale) cosa fa …lo asseconda non penso proprio….Ma un filo di riconoscenza Pep zero…ehhh…subito con cresta alta…bah mi sarebbe piaciuto un profilo piu basso più operaio più aziendalista e riconoscente …da nessuno che eri ora sei Clotet..conosciuto e dimostrare con chi ti lasciano di far bene se no sei la brutta copia del Parrucca (Conte..)
    Per cui spiace che era uno buono ma che vada pure…
    Spero in promozione Gastaldello…capace e umile certo un filo debole e possibilmente succube del presidente ma comunque potrebbe essere una buona scelta…altri boh Di Biagio pessimo Baroni va al Lecce, forse è libro Malesani idolo del populista.. se non è in qualche osteria ubriaco …o Stramaccioni… .
    Su Tonali resterà al Milan di certo qua non verrà unico obbiettivo dilazionare il pagamento ormai i soldi son finiti per tutti e qualcuno non lo vuole capire …che questi presidenti fanno le nozze coi fichi secchi d’ora in avanti come giusto che sia vista la crisi sociale in arrivo
    Lasciamo lavorare e vediamo cosa si combina poi valuteremo…buon Brescia

  15. L alternativa concreta in questo momento .E poi Gemmi e meglio di Perinetti ? che aveva relegato a ruolo di team manager .E ARTiCO giudicato dai giocatori più bravo di Sciuto addirittura che fine fa’?Con Gastaldello in panchina gli detta la formazione lui poi però se va male lo caccia . Speriamo bene per l anno prossimo e di essere smentiti dai fatti . In questo momento non riesco a dire altro .

  16. Lo ho già ‘ scritto e lo ripeto , purtroppo si e’ sparsa la voce che qui non si puo’ lavorare , non puoi applicare le tue idee di calcio e non puoi avere il tempo di sbagliare che sei cacciato .E quindi gli allenatori che hanno mercato a Brescia non vengono .Certo meglio tenersi uno così che ripartire dai dilettanti ( che e’ l ‘alternativ

  17. Cellino indecifrabile fa e disfa la società come quando disfa le valige destinazione Miami

  18. Aggiungo un’osservazione. Di Biagio, se fosse vero, così a spanne direi anche di no… cerchiamo di non sbagliare già in partenza perché con Suazo, Grosso e Dionigi non è stato un bel vedere. Corini l’ha indovinato perché pensava fosse di Verona (sto scherzando). Mi piacerebbe vedere Diana anche solo perché credo che Berto ne sarebbe felice. Ma temo che come personalità non si prenderebbe con il presidente. Io, per quel niente che vale, sono d’accordo con Giorgio su Gastaldello. Ci porteremmo avanti perché conosce già le dinamiche del nostro ambiente ed è una persona seria e misurata.

  19. Giannetto, ma che unità di intenti,ghe n’è mia de unità di intenti col fenomeno,quest’anno ha avuto culo Clotet se no saremmo già in C

  20. Buongiorno a tutti. Le proprietà prendono le decisioni che vogliono è chiaro. Non solo la nostra. Quello che si avverte da noi, secondo me, è uno scollamento più profondo rispetto ad altre squadre tra l’ambiente e la società. Tifiamo per i colori e per la maglia, ma ci lasciano davvero poco altro a cui sentirci legati. Non mi riferisco a Clotet, per carità, ma più in generale a qualcosa che duri e che non venga trattato solo come un bene privato. Le squadre di calcio sono ovviamente imprese private ma con la caratteristica di appoggiarsi alle emozioni delle persone quindi una anche minima attenzione a questo aspetto sarebbe auspicabile. Il carattere estremamente imprevedibile e temperamentale di Cellino non si presta a una comunicazione razionale ai tifosi. Leggo anche altri utenti che si sentono un po’ spaesati. Si riparte… Non ci resta che augurarci che questo nuovo giro di giostra risulti azzeccato. Forza Brescia!

  21. Secondo me è un errore enorme farlo andar via….bisognava far di tutto per tenerlo, per accontentarlo il più possibile. Clotet è stato capace di fare nozze coi fichi secchi trasformando una rosa di calciatori disorientati e sfiduciati in una squadra che non faceva un calcio scintillante ma vincente…e in serie B il bel gioco di solito non lo fanno le squadre che vengono promosse….sicuramente è un mister capace di far vincere la squadra…dite niente?

  22. A questo punto proverei a dare la squadra in mano a gastaldello, persona seria, grande lavoratore e soprattutto conosce “tutte le difficoltà” dell’ambiente! In questa stagione ha maturato tanta esperienza stando praticamente sempre in prima linea soprattutto con clotet e se ci sono dei meriti da attribuire al catalano (e ci sono…) di sicuro vanno divisi proprio con gastaldello! Piuttosto che prenderne uno giusto per prenderlo mi affiderei a lui! Sento parlare di di Biagio e mi vengono i brividi… poi naturalmente tutto dipende dal tipo di organico che si avrà a disposizione, anche se a occhio e croce almeno sulla carta saremo più scarsi dell’inizio della passata stagione… staremo a vedere

  23. Dispiace, molto, ma va bene così: grazie a Pep per tutto quello che ha fatto!
    Meglio salutarlo così che, magari, vederlo esonerato dopo 3 partite andate male (tipo Corini)…vediamo chi sarà l’allenatore che avrà unità di intenti con la società!

  24. Un vero peccato. Non so quali siano le cause ma, soprattutto in ottica di programmazione, questa continua girandola di allenatori certamente non aiuta.

  25. Ansa.it nuovo Organigramma Brescia calcio ,,, CAVALIERE DEL LAVORO SIR. MASSIMO CELLINO PRESIDENTE E ALLENATORE, LA MOGLIE VICEALLENATORE, DIRETTORE SPORTIVO EDOARDO CELLINO, ELEONORA ED ERCOLE CELLINO TECNICI MASSAGGIATORI, PREPARATORI DEI PORTIERI ADDETTI UFFICIO STAMPA E RESPONSABILI MARKETING E BIGLIETTERIA STADIO, NUOVO SPONSOR UFFICIALE SARDINIA S.P.A E MOLINI SARDI S.P.A, scommettiamo che questi dopo 1 mese dall’ inizio del nuovo campionato litigherebbero tra di loro ??????? Ci stanno prendendo in giro questi , io rimpiango sempre il grande GINO CORIONI ,,,,,,,,,,,,,,, NESSUNO, COME LUI CONTRO TUTTO E TUTTI ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

  26. Comprendo chi non ama Cellino, comunque. La persona è difficile, a dir poco. Se posso, dico come faccio io. Da sempre, quando penso al Brescia, penso che ciò che è mio è il Brescia, inteso come club e come storia (per questo ammetto che mi fa un certo ribrezzo – sportivo – Pasini: la sua idea che il fallimento della società fosse la soluzione ai problemi societari non posso perdonarla). Non cerco un “mio” presidente. Anche perché si rischia di essere delusi. Di Bonometti (complimenti per lo scudetto…) e il suo disinteresse per il calcio, abbiamo detto. Abbiamo detto molto anche di Corioni: sarà stato tifoso…; ecco, meglio non esserlo se rischi di far fallire una società (e dei figli, taccio perché sennò finisco male…). Rimontando indietro nel tempo, mi pare che ben pochi presidenti possano essere considerati “mio”. E, a dirla tutta, non cerco nemmeno più bandiere: l’ultima vera è stato Stefano Bonometti…, secoli fa. Quindi: meglio tenersi il club e i colori…, sì molto meglio.

  27. Giusto il tempo di scrivere che “Tonali ritornerà al Brescia” e che sarebbe stato da idioti da parte del Milan riscattarlo che circola la smentita: pare che il Milan voglia riscattarlo, magari con una formula diversa. Lo dico a me stesso…: meglio lasciar passare del tempo prima di commentare le notizie sportive. Magari anche il probabile riscatto è una bufala…. Se, invece, lo scopo è di spalare letame su Cellino e la sua stupidità, allora tutto è buono. Piuttosto, io provo a ragionare sul fatto che il calcio è in crisi; e quello italiano ancora di più, con debiti in aumento vertiginoso: ci sta che a Milano vogliano pagare di meno. Se la sbrigheranno tra loro. Dovesse tornare? Magari: un giocatore da Serie A altissima, da nazionale nella mia squadra sarebbe tanta roba, al netto che dovrebbero “ripulirlo” dalle scorie della delusione patita.

  28. Pessima la notizia del mancato rinnovo di Clotet: segno che l’intenzione di cambiare la rosa è reale e che si va verso un ridimensionamento. La partenza di alcuni giocatori non mi farà certo piangere; quella di altri sì. Tra questi Cistana. Si tratta, però, di un giocatore di serie superiore e trattenerlo è quanto meno complicato.

  29. Pep , scappa finché sei in tempo . Chiamerà’ qualche sfigato che obbedisca ai suoi ordini e non gli faccia ombra , per affidargli un altro gruppo di giocatori senza capo né coda . Quelli discreti ( pochi ) se ne andranno via . Resteranno le sue scommesse che non hanno mercato e nessuno vuole . Arriverà qualche altro Lautaro ( Rinaldi ) , qualche altro Spalek , Skrabb , Zmrhal , Aje ‘ Frjdesson , Labojco , e qualche altra scommessa dai Balcani o dal Nord Europa mercati dove e’ solito operare , con poca spesa , sperando in tanta resa . Si profila un altra annata del cazzo . L’unica cosa intelligente che potrebbe fare e’ cercare un acquirente e togliersi dalle palle . Nessuno lo vuole , nessuno lo sopporta , nessuno vuol venire a Brescia a fare il pagliaccio . Speriamo riaprano presto il Rigamonti per fargli sentire quanto e’ indesiderato . Tutti uniti “ Cellino Vattene “ , Brescia non ti ama , Brescia non tollera i presuntuosi . Attendiamo uno yankees .

  30. Ma invece il casting per il nuovo presidente quando inizia? Giungono all’orecchio imminenti ribaltamenti societari…

  31. Visto che i “matrimoni” si fanno in due, se non c’era chiarezza o convinzione da entrambe le parti forse è meglio sia finita così.
    Non posso fare altri che augurare a Clotet un buon proseguimento di carriera, ringraziandolo per le emozioni di quest’anno.
    Quanto al Brescia, speriamo che il nuovo D.S. sia bravo… e che dia uno stile e maggiore serietà alla società.
    Personalmente rimpiango la professionalità del duo Sagramola – Castagnini.

  32. Notizia pessima per i tifosi ma si sapeva invece di dare continuità ad un progetto ?? ogni anno si smantella tutto staff, ds, allenatore giocatori cardine ma credo che questo sia quello che vuole Cellino ricavare ricavare ricavare la serie A a lui non interessa come ha detto steve14 ieri. Lui deve tirare le fila poi vendere figurarsi se Clotet poteva fargli cambiare idea adducendo garanzie tecniche quindi altro anno di gramizie

condividi news

ultime news