LE GIUSTE RISPOSTE PER SOGNARE ANCORA

Uno dei Brescia migliori della stagione stende netto la Spal e vede i playoff a due punti: le firme di un monumentale Bjarnason, di Ayè e di Jagiello sul 3-1 finale

Brescia. Se il Brescia cercava risposte importanti (e le cercava), beh, quelle risposte sono arrivate. Quello che batte la Spal, non solo nel risultato, tanto netto quanto giusto, ma anche nella personalità e nel gioco, è uno dei Brescia migliori dell’anno. Un Brescia dove spicca un giocatore, Bjarnason, sopra la media con il vichingo presente in ogni azione che conta e con buona parte dei compagni in buon spolvero per grinta, concentrazione e determinazione. E dire che la lettura della formazione iniziale (sarebbe da ipocriti dire col senno di poi il contrario) ci aveva lasciato poco d’accordo con mister Clotet: s’intuiva un timore dell’avversaria – Mateju e Bisoli per Karacic e Jagiello, Donnarumma ancora in panca – che faceva preoccupare. Ed invece, proprio quelli che non t’aspettavi si mostrano sugli scudi e individualmente migliori del proprio recente passato. E probabilmente, passa anche da lì la prestazione con i fiocchi della squadra e da un particolare negativo, il gol preso. Perchè le rondinelle hanno dimostrato proprio in quel frangente di avere un controllo mentale ed una personalità che spesso in simili circostanze le aveva tradite, tanto da mantenere la calma e il controllo di un match che poteva sfuggire di mano. Il destro nell’angolino del nuovo entrato Jagiello ha invece ristabilito le giuste distanze, quelle che la capocciata chirurgica di Birkir e l’altrettanto chirurgico piattone mancino di Ayé avevano precedentemente sentenziato. E se serve anche un altro particolare che fa capire la bontà di quanto mostrato in campo dai biancoblù, allora riguardatevi i quattro minuti di recupero in pieno controllo, quelli che sovente abbiamo sofferto più del dovuto e che stavolta abbiamo goduto senza aritmie cardiache. Segnali importanti. Che fanno ancora sperare. Anche se non dipende tutto da noi. Ma giocando così, con questo atteggiamento dal primo minuto all’ultimo, non ci saranno rammarichi. Ma solo buone risposte. Quelle che vorremmo sempre avere.

TABELLINO

BRESCIA (4-3-1-2) Joronen; Mateju, Cistana, Mangraviti, Martella (78′ Pajac), Bisoli, Van de Looi, Ndo (69′ Jagiello); Bjarnason; Ayè (80′ Labojko), Ragusa (69′ Donnarumma). All. Clotet (A disp. Andrenacci, Karacic, Semprini, Papetti)

SPAL (4-3-1-2) Berisha, Dickmann (46′ Sala), Okoli, Tomovic, Sernicola (83′ Spaltro); Segre (83′ Asencio), Esposito, Mora; Strefezza; Murgia (60′ Di Francesco), Paloschi (60′ Floccari). All. Rastelli (A disp. Thiam, Gomis, Ranieri, Attys, Missiroli)

Arbitro: Massimi di Termoli.

RETI: 27′ Bjarnason; 63′ Ayé, 64′ Strefezza, 79′ Jagiello.

Note: Match a porte chiuse. Pomeriggio plumbeo che minaccia pioggia, 14°. Angoli 5-5. Ammoniti Bjarnason, Segre, Cistana. Recupero 1′ e 4′.

IL FILM DEL MATCH

0′ – Tutto pronto al Rigamonti per questo Brescia-Spal, 35^ giornata in serie B: rondinelle in completo blu con la V bianca, ferraresi in completo rosso da trasferta…

1′ PARTITI…

1′ BRESCIA Subito il primo angolo per i nostri che sono partiti in attacco…

3′ SPAL Rispondono subito gli ospiti: angolo anche per gli estensi…

4′ BRESCIA Botta mancina di Martella dai 30 metri, larga un metro.

8′ BRESCIA Gran taglio di Bjarnason sulla destra per Bisoli che entra in area sulla destra solo soletto e la tocca al centro ma troppo sul portiere, Berisha però non la trattiene e Ragusa ad unn passo prova il tap in che il portiere riesce a deviare in angolo!

9′ BRESCIA Dalla bandierina, Martella sul palo lungo dove stacca in mischia Bjarnason schiacciando la palla che esce di poco dall’altra parte! Occasione…

14′ SPAL Destro di Strefezza dai 15 metri, Cistana la devia in angolo: il secondo per la Spal…

18′ BRESCIA Gran cross di Martella, stacca Bisoli incrociando, palla a fil di palo! Ma c’è anche una deviazione di Mora, angolo… Altra occasione-gol…

20′ BRESCIA Giallo a Bjarnason per fallo su Esposito! Ammonizione esagerata…

22′ SPAL Sbaglia Cistana, ne approfitta Segre che libera il destro in area, centrale, Joronen c’è.

23′ BRESCIA Altro angolo, il quarto…

27′ Bel cross di Bjarnason, ponte di Ayé per Ndoj che stoppa saltando secco il suo uomo e spara il sinistro dai 14 metri, Berisha si supera in angolo sotto la traversa!

27′ BRESCIA GOOOOOOOOLLLLLLLLL BJARNASOOOOOOOOONNNNNNN! Dall’angolo Martella, in mischia Ragusa costringe Berisha alla deviazione d’istinto, Birkir di testa la corregge in rete! 1-0! Meritato per un buon Brescia!

30′ SPAL Botta da fuori di Dickmann, alto non di molto.

38′ SPAL Angolo su deviazione, forse, di Mateju…

41′ SPAL Mora scappa sulla sinistra, palla bassa al centro per Murgia che la stoppa e prende la mira, stoico Mangraviti che si getta a corpo morto murando il tiro!

43′ BRESCIA Grande Bisoli in uscita, ne salta tre e subisce fallo da Esposito che protesta in faccia all’arbitro. Ma il cartellino resta in tasca a Massimi…

45′ 1 MINUTO di recupero…

45′ FINISCE QUI la prima frazione di gioco: Brescia avanti 1-0 per merito di un grande Bjarnason. Partita molto combattuita e fisica con buon ritmo…

46′ RIPARTITI…

46′ SPAL Dentro Sala, resta negli spogliatopi Dickmann: primo cambio per Rastelli.

52′ BRESCIA Gran verticale di Ndoj in area per Ayé che scatta bene ma un po’ defilato e non trova la porta col sinistro mandando sull’esterno rete! Occasionissima…

54′ BRESCIA Fallo in netto ritardo su Mangraviti di Sala, ma Massimi non lo vuole proprio estrarre quel cartellino…

55′ BRESCIA Altra gran palla di Ndoj in area per Bisoli che però stavolta stoppa lungo, recupera in extremis Sernicola!

57′ SPAL Strefezza in area, non la tocca al liberissimo Mora a sinsitra e prova il sinistro rasoterra, largo!

59′ BRESCIA Saetta di Van de Looi dai 20 metri, palla che sibila mezzo metro sopra la traversa!

60′ SPAL Doppio cambio per Rastelli: fuori Paloschi e Murgia, dentro Floccari e Di Francesco

61′ BRESCIA Parte Ndoj sulla sinistra, lo aggancia Segre: giallo! Eccolo il primo cartellino per la Spal…

63′ BRESCIA GOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLL AYEEEEEEEEEEEEEEE’! Ancora Bjarnason che di testa lancia Ragusa in area, il sinistro è respinto con i pugni da Berisha, ancora Ragusa riprende palla e serve Florian sui 13 metri che di sinistro la piazza col piattone nell’angolino! 2-0!

64′ SPAL GOL Gran sinsitro all’incrocio di STREFEZZA dal limite sul quale Joronen in volo nulla può! 2-1!

69′ BRESCIA Doppio anche per Clotet: fuori Ndoj e Ragusa, dentro Jagiello e Donnarumma

77′ BRESCIA Giallo a Cistana, duro su Di Francesco.

78′ BRESCIA Pajac per Martella: terzo cambio per Clotet

79′ BRESCIA GOOOOOOOOOOOOOLLLLLLL JAGIELLOOOOOOOOOOOOOOOOOO! Recupera palla un infinito Bjarnason, Mateju la mette bassa con Ayé che la lascia sfilare per Filip in area che la stoppa e la piazza col destro a pelo d’erba nell’angolino opposto!v 3-1! Dai ragazzi!!!

80′ BRESCIA Dentro Labojko per Ayé

83′ SPAL Spaltro e Asencio per Segre e Sernicola: altro ‘doppio’ per Rastelli

89′ BRESCIA Donnarumma sponda per Labojko che spara però il destro altissimo.

90′ 4 MINUTI di recupero…

91′ SPAL Angolo per gli ospiti che provano il tutto per tutto, ma le rondinelle controllano bene. Bravi ragazzi…

94′ E’ FINITA!!! Un bel Brescia batte netto la Spal 3-1: le firme di un Bjarnason migliore in campo, di Ayé e di Jagiello. Di mezzo, l’inutile eurogol di Strefezza. Brescia che sale a due punti dalla zona playoff…

commenti

  1. Brescia calcio sarebbero bastati i 4 punti buttati tra ReggioEmilia ( gol al 95’ ) e Pescara in casa ( partita vergognosa ) . Oggi saremmo a 51punti davanti a Spal e ChievoVerona . Ma evidentemente gli ordini di scuderia erano altri , rallentare …………………Altro che dare la colpa a Dionigi . Vergogna . Ma tanto anche se si dovesse per combinazione andare ai playoff e vincerli , poi in A cosa faremmo ? Ridere o pietà’ come l’ultima volta ? La serie A merita rispetto , Parma (retrocesso ) Cagliari e Torino , dimostrano che pur avendo rose di tutto rispetto rischiano la retrocessione . Noi con chi la faremmo la serieA , Cistana , Papetti , Spalek , Aye’ , Skrabb , Fredjosson ? O aspettiamo il ritorno dei due fenomeni , Tonali e Torregrossa , protagonisti indiscussi del campionato di serie A ? In panchina , Lopez ???

  2. Caro Mario, credo che tu abbia seguito la porcheria Super Lega in maniera frettolosa. E’ stata proprio la rivolta dei tifosi a far naufragare questa schifezza pensata al solo scopo di ripagare i debiti di alcune grandi squadre. Un’ultima preghiera: non tirar fuori Giovanni Sartori ogni due per tre. Abbiamo capito come la pensi (tanto non verrebbe mai al Brescia neanche a peso d’oro, lo ha capito anche mio figlio che ha 15 anni)

  3. Clotet/Gasta stanno facendo bene…..grandi,Salvezza sicura poi continuità con voi,io ci credo, mia semper cambia!!!

  4. Purtroppo è durissima se non impossibile per via del fatto che stiamo ancora pagando pesantemente la serie negativa da record di Dionigi. Inoltre tra Brescia, Chievo, Spal e Reggina chi ha il calendario peggiore è proprio il Brescia. Mantenere la speranza è doveroso e giusto ma non illudersi anche.

  5. Vedendo come ha giocato ieri la squadra, non arrivare almeno ai play off sarebbe una vera beffa! Avanti così ragazzi : a Vicenza per vincere!

  6. io personalmente non ho mai pensato che Bjarnason fosse un giocatore finito, anzi, se gli gira giusto è un giocatore che si puo utilizzare come collante come era Tonali in molte zone del campo, e poi Ayè, mi ricorda un certo Raducioiu del campionato 1992 / 93 ,,,,,,,,, mi spiace x Donnarumma, ma se si sblocca forse, forse, meglio non sognare va là

  7. Bisogna ricostruire una squadra vincente per l’anno prossimo , per puntare alla A e restarci . Il 10 Maggio Sara’ tutto finito . Altrimenti al Rigamonti a Settembre saremo i soliti 2/3mila . Servono dirigenti , giocatori di categoria ed un allenatore esperto e vincente di B . La promiscuità Gastaldello / Clotet non giova alla squadra ed e’ abbastanza fantozziano . Un Venturato ( ieri vincente a Lecce ) non sarebbe male . I tifosi di calcio tv vogliono la superlega , di vedere in A un Benevento , un Crotone , un Empoli , un Sassuolo , uno Spezia , non interessa a nessuno . La serie B , interessa quasi meno di buon torneo notturno . A Verona , 42 punti serie A , stanno contestando Setti e Juric , ambiscono l’Europa , giustamente , perché anche la serie A , eccetto i primi 6 posti e’ un campionato mediocre oramai . In Europa difatti rimediamo solo figure meschine , a dimostrazione che la nostra e’ una A2 . Non servono i CR 7 per vincere , bastano i Pessina , i Marinoski , i Zapata , o Ilicic . Ma servono direttori sportivi capaci di scegliere giocatori e allenatori senza straindebitare le società’ . Quando il nostro guru sceglierà’ un Giovanni Sartori , Sara’ sempre troppo tardi . Deve farsi da parte , se non riesce a vendere , non e’ in grado di allestire e gestire una squadra e un progetto da serie A permanente . Deve farsene una ragione , un bagno di umiltà’ , altrimenti venda subito . Un altra annata come questa sarebbe deleteria , anche i pochi fedelissimi rimasti , si allontanerebbero definitivamente da un Brescia calcio insignificante oramai nel panorama calcistico italiano .

  8. Grande prestazione! Che sia A o B le fondamenta per un futuro roseo ci sono tutte! Dipende solamente da Cellino…

  9. il 1°Maggio ci porta bene, 2y fa salivamo in A … oggi una bella e limpida vittoria , bel regalo di compleanno ! ho sentito che Bjarnason è in scadenza, Cellino il suo rapido rinnovo prima che ce lo soffino se si vorrà impostare q.cosa di serio è doveroso ! e che incredibile errore fu il suo accantonamento di inizio stagione … ma lasciamo ormai stare, acqua passata, AVANTI BRESCIA !!!

condividi news

ultime news